Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Munster troppo forte per dei Leoni combattivi

IL BENETTON LOTTA MA DEVE CEDERE ALLA RED ARMY

Tre mete non bastano, irlandesi alla fine prevalgonmo


LIMERICK 14^ sconfitta consecutiva in Pro 14 per il Benetton, che in casa della Red Army aveva iniziato bene per poi spegnersi. Nei primi minuti i Munstermen sfruttano la loro maul per avanzare nella metà campo dei biancoverdi, i quali si difendono bene. Poi Riera con una grande pedata fa risalire il Benetton Rugby. La mischia dei Leoni non si fa spaventare da quella irlandese e non si verificano grandi occasioni nel primo quarto di gara. Inoltre Allan con un calcio ad incrociare il campo mette pressione a Munster, nei 22 metri dei padroni di casa. E al 22′ c’è il ruggito dei Leoni, che prima conquistano l’ovale in una mischia introdotta dagli irlandesi, e poi con un’azione straordinaria vanno in meta con Dewaldt Duvenage. Il capitano dei biancoverdi schiaccia l’ovale dopo ben ricicli da terra sviluppati da Esposito, Riera e Pettinelli. Allan trasforma. Gli irlandesi vogliono subito reagire e si riavvicinano con il piazzato di Hanrahan che approfitta di un fallo fischiato a Zuliani per placcaggio alto. Passano un paio di minuti e viene punito Barron perché non rotola via da una fase di breakdown. Dalla punizione conseguente però Allan non mira i pali. Non succede granché fino al 39′, quando la Red Army segna la prima meta della sua serata con McHenry. Hanrahan ingrassa dalla piazzola e il primo tempo si conclude con Munster avanti 10-7. A inizio secondo tempo Crowley manda in campo Gallo per Quaglio. Gli irlandesi guadagnano una buona punizione e vanno in rimessa nei cinque metri del Benetton. Dopo una serie di multifase è Knox a fissare la seconda meta dei suoi; Hanrahan converte per il 17-7 di Munster. E’ anche tempo di Pasquali ed Els per Alongi e Baravalle. I Leoni resistono sui cinque metri e recuperano territorio. Subentra Sarto per Tavuyara. Poco dopo la Red Army continua con diversi multifase e Salanoa marca la terza meta degli irlandesi, Hanrahan è ancora preciso. Sul 24-7 per Munster vengono sostituiti Duvenage, Morisi e Herbst per Petrozzi, Benvenuti e Piantella, al debutto in biancoverde. I Leoni vogliono trovare un’altra meta della serata e per poco non la genera con Esposito, fermato per un in avanti precedente. Ma al 70′ giunge la meritata segnatura per la truppa di Crowley, a realizzarla Corniel Els che conclude un ottimo lavoro del carrettino avanzante trevigiano. Allan non centra i pali. Ultimo cambio per i biancoverdi con Barbini per Zuliani. Munster trova poi la meta per il punto di bonus aggiuntivo con Healy; lo stesso Healy piazza per il 31-12. L’ultima scorribanda dei Leoni, partita nella propria difesa da Sarto e terminata sontuosamente da Giovanni Pettinelli che mette a terra la terza meta della serata del Benetton Rugby, sancisce il 31-17 a favore degli irlandesi.

MUNSTER-BENETTON 31-17
MUNSTER 15 Jake Flannery (50′ Matt Gallagher), 14 Andrew Conway, 13 Alex McHenry, 12 Rory Scannell, 11 Liam Coombes, 10 JJ Hanrahan (61′ Ben Healy), 9 Paddy Patterson (38′ Nick McCarthy), 8 Jack O’Sullivan, 7 Chris Cloete (65′ Jack Daly), 6 Jack O’Donoghue (c) (68′ Tommy O’Donnell), 5 Thomas Ahern, 4 Cian Hurley, 3 Keynan Knox (57′ Roman Salanoa), 2 Diarmuid Barron (57′ Rhys Marshall), 1 Liam O’Connor (57′ Jeremy Loughman).
Coach Johann Van Graan.
BENETTON 15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara (55′ Leonardo Sarto), 13 Joaquin Riera, 12 Luca Morisi (59′ Tommaso Benvenuti), 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Dewaldt Duvenage (c) (59′ Luca Petrozzi), 8 Giovanni Pettinelli, 7 Manuel Zuliani (69′ Marco Barbini), 6 Alberto Sgarbi, 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst (59′ Nicola Piantella), 3 Filippo Alongi (50′ Tiziano Pasquali), 2 Tomas Baravalle (50′ Corniel Els), 1 Nicola Quaglio (40′ Thomas Gallo).
MARCATORI 22′ meta Duvenage tr. Allan, 26′ p. Hanrahan, 39′ meta McHenry tr. Hanrahan; 46′ meta Knox tr. Hanrahan, 58′ meta Salanoa tr. Hanrahan, 70′ meta Els, 74′ meta Healy tr. Healy, 79′ meta Pettinelli.
NOTE: Trasformazioni: Munster Rugby 4/4 (Hanrahan 3/3, Healy 1/1); Benetton Rugby 1/3 (Allan 1/3). Punizioni: Munster Rugby 1/1 (Hanrahan 1/1); Benetton Rugby: 0/1 (Allan 0/1). Man of the match: Thomas Ahern (MUN).