Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novitą di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

VOLONTARIATO ON AIR
Adoces - Admor e la raccolta del sangue cordonale

TREVISO -  Una nuova vita che nasce con un dono. Le cellule cordonali staminali racchiudono infatti un importante patrimonio per tutta l'umanità.
La Federazione Italiana ADOCES è nata nel 2007 dal convergere di varie associazioni regionali che si occupano della promozione della donazione di cellule staminali emopoietiche da midollo osseo, da sangue periferico e da sangue cordonale. Il presidente è il professor Licinio Contu.

L’obiettivo primario della Federazione è promuovere le donazioni solidali, al fine di incrementare il numero delle unità di cellule staminali emopoietiche (CSE) per i pazienti italiani e stranieri che necessitano di un trapianto e che non trovano nell’ambito della propria famiglia un donatore compatibile.

LE CELLULE STAMINALI CORDONALI: donazioni, impieghi e risultati

Cosa sono le cellule staminali cordonali

Le staminali del cordone ombelicale sono cellule emopoietiche di cui è ricco il sangue cordonale. Come le cellule staminali del sangue adulto, sono in grado di generare tutte le altre cellule e gli altri elementi del sangue come globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Tuttavia rispetto alle cellule staminali del sangue provenienti da un individuo adulto hanno due vantaggi: sono più giovani e più efficienti nel produrre cellule del sangue, sono più neutre dal punto di vista immunitario e quindi in caso di trapianto suscitano una reazione di rigetto attenuata.



Come avviene la raccolta

La donazione del sangue cordonale avviene dopo la nascita e non comporta alcun rischio né per il neonato né per la madre. La raccolta si effettua solo se in sala parto sono assicurati i massimi livelli assistenziali.

Il SCO viene raccolto in apposita sacca, e solo se risponde ai criteri di qualità richiesti dagli standard internazionali (al fine di garantire ai malati donazioni sicure ed efficaci) vengono crioconservate, tipizzate per determinare le caratteristiche genetiche da inserire nel Registro Italiano IBMDR e messe a disposizione di tutti i Centri di Trapianto italiani ed internazionali. Le cellule staminali del cordone ombelicale possono essere conservate per circa 20 anni. Recenti dati scientifici (Brooxmeyer) indicano che in vitro le cellule possono moltiplicarsi anche dopo vent’anni ma non c’è alcuna prova clinica sull’uomo oltre 16 anni. Se in questo lasso di tempo un paziente ne avrà bisogno, le cellule verranno scongelate e impiegate per il trapianto.

Chi può donare e come

Ogni donna in attesa di un figlio, purchè sana, può decidere di donare il cordone ombelicale del suo bambino.

La donazione è volontaria, anonima e gratuita. La donna, assieme al padre del bambino, deve sottoporsi ad una valutazione di idoneità della madre, del padre e del nascituro. Una nuova valutazione sarà ripetuta all’atto del ricovero, nel corso del travaglio e del parto. Nei 30 giorni precedenti il parto viene eseguita l’anamnesi pre-donazione con il controllo dei test infettivologici di legge.

Per tutte le informazioni:
http://www.adoces.it