Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

VOLONTARIATO ON AIR
Scuola di formazione sociale e politica - Anno 2015

"Oltre la paura" è il tema cardine del II ciclo di incontri, per l'anno 2015, della Scuola di Formazione Sociale e Politica. Ne parliamo con Luca Bertuola, del consorzio "Partecipare il Presente".

Tre incontri di approfondimento su temi di stretta attualità che preoccupano l’uomo contemporaneo. Partecipare il Presente propone un percorso per quanti lavorano nel mondo delle associazioni, del sindacato, per amministratori e per tutti coloro che intendono fare la fatica di comprendere i fenomeni che stanno segnando il nostro tempo.
Oltre i timidi segnali di ripresa economica, la situazione del nostro paese e di buona parte dei paesi europei, registra problemi sempre più preoccupanti dati dai fondamentali dell’economia.
Il calo demografico, l’invecchiamento della popolazione, la difficile sostenibilità di politiche di welfare. Soprattutto queste ultime, che sono state oggetto di grandi conquiste di civiltà e che sono considerate a tutti gli effetti diritti degli individui, mettono gli stati di fronte al dilemma che pochi individui debbono pagare per molti.
È il dramma della crescente disuguaglianza. Possibili correzioni possono essere offerte dalle “provvidenziali” migrazioni, sia di giovani dei nostri paesi verso altri paesi, sia di stranieri che approdano all’Europa, che però richiedono politiche responsabili e solidali diverse dalla pura propaganda.
Altre correzioni possono essere offerte anche da sistemi innovativi che da tempo hanno creato politiche di welfare grazie soprattutto alla contrattazione.
Se accolte e guidate da riforme pubbliche opportune, in primo luogo con sistemi effettivi di riconoscimento giuridico e di premialità, queste politiche contrattuali potrebbero essere una possibile soluzione non solo per i percipienti reddito ma anche per chi al momento è ai margini del sistema.


PRIMO INCONTRO

LA SOCIETÀ CHE VERRÀ
Effetti del calo demografico in Veneto ed in Italia

Come sarà L’Italia ed il Veneto tra pochi anni? Il potente calo demografico, le grandi migrazioni e la fuga dei giovani. In concomitanza con l’ultima serata della Settimana sociale dei cattolici trevigiani.
Lunedì 5 Ottobre 2015, ore 20:45, Auditorium S. Pio X, Treviso
Relatore: Gian Carlo Blangiardo


SECONDO INCONTRO

MIGRANTI
Problema e risorsa

Il calo demografico e la “fuga” di molti dai nostri territori hanno una compensazione dall’arrivo dei migranti.
L’accettazione dentro un quadro di sostenibilità, l’integrazione intelligente e responsabile da parte di tutti, può trasformare quello che oggi sembra ai più solo un problema in realtà in una grande risorsa.

Martedì 27 Ottobre 2015, ore 20:45, Sala Pio X, Treviso
Ne parlano Bruno Anastasia, direttore dell’Osservatorio Scientifico di Veneto Lavoro e Bruno Baratto, Direttore dell’Ufficio Migrantes della Diocesi di Treviso


TERZO INCONTRO

CONVEGNO DISEGUALE… con obbligo di riforma Non suggestioni di un nuovo welfare, ma esempi concreti di sistemi che garantiscono sostenibilità e inclusione sociale

Martedì 17 Novembre 2015 ore 9:30
Sala Conferenze della Camera di Commercio di Treviso

La crisi fiscale dello Stato e l’allargamento della forbice tra risorse disponibili e ampliamento della gamma dei bisogni, obbligano a profonde riforme. Previdenza, sanità, scuola: quali le possibilità del rapporto pubblico-privato, del welfare contrattuale e del welfare generativo.

PROGRAMMA
ore 9:00 - registrazione partecipanti
ore 9:30 - saluti istituzionali (presidente CCIAA e presidente ass. Partecipare il Presente)
ore 10:00 - Stato dell’arte e comunicazione dei sistemi contrattuali di welfare esistenti.
ore 11:30 - Oltre la redistribuzione, il Valore del Welfare Bilaterale.
Prof. Raffele Bruni
Ore 12:15 – conclusioni affidate a Giorgio Santini e Maurizio Castro
(Per quest’ultimo incontro i relatori sono in fase di contatto)