Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

GARAGE MUSIC
Il Cipre Lab si racconta a Garage Music

L'intervista a Mattia De Cecco, fondatore del Laboratorio multiculturale e musicale di Mestre

Da luogo di aggregazione a laboratorio multiculturale e musicale. A Garage Music si parla del Cipre Lab con uno dei fondatori, Mattia de Cecco (voce degli Awe) che assieme a Meson (batterista degli Universal Sex Arena) dà vita nel 2007 a una nuova realtà nell'auditorium del quartiere Cipressina di Mestre. Dopo aver presentato il progetto alla municipalità, inizia l'avventura del Cipre Lab cercando sempre più di coinvolgere i ragazzi del quartiere. Oltre alla programmazione invernale all'auditorium, i ragazzi del Cipre Lab riescono a creare un festival estivo al parco Hayez di Chirignago. La filosofia dello spazio – spiega Mattia – segue il principio della pura accessibilità (entrata gratuita, senza tessera e consumazioni popolari), con un programma musicale che accosta band emergenti ad altre più affermate.
GalleryGallery