Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

GARAGE MUSIC
IL MAGNETOFONO LIVE A GARAGE MUSIC

Ospite di Garage Music è un raffinato gruppo di cantautorato jazz italiano, Il Magnetofono. Il trio del vicentino, composto da Alan Bedin alla voce, Emanuele Gardin al pianoforte e Marco Penzo al contrabbasso, ed accompagnato per l'occasione dalle percussioni di Valerio Galla e dalla fisarmonica di Thomas Sinigaglia, nasce da uno studio della musica cantautorale italiana che fa riferimento a Fred Buscaglione, Luigi Tenco, Nicola Arigliano, Gianmaria Testa, per volgere presto alla composizione di musiche e testi propri.

Nei nostri studi Il Magnetofono presenta il loro primo lavoro, omonimo, che conta numerose collaborazioni non solo nella trama musicale (fiati, percussioni, trio d'archi...), ma anche declamazioni (Pierpaolo Capovilla) e contributi di difuoristi (Roberto Freak Antoni). Nel corso dell'intervista scopriamo poi come la musica si contamina anche con l'arte visiva, giungendo ad altre collaborazioni artistiche ma anche ad esperienze legate ad happening e a live in sedi espositive. Una ricca intervista, intervallata da cinque brani live. Buon ascolto e buona visione!

 

Cinque Minuti

Giovane Mariù

Finezze

Il the nel Caspio

Mondo di Uomini