Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ricoverata presso casa riposo di Monastier

INDAGINE ULSS, TUTTI ASSOLTI

Anziana in condizioni pietose, nessuno paga


TREVISO - (ls) Tutti assolti: assistenti sociali, medici di base e ospedalieri. Si è conclusa l'indagine interna dell'Usl 9, voluta dal direttore generale Claudio Dario per stabilire eventuali responsabilità in una vicenda che ha colpito l'opinione pubblica e suscitato un vespaio di polemiche: ovvero l'anziana signora di Quinto, giunta alla fine di marzo in una struttura dell'Israa in condizioni pietose, con la testa infestata di parassiti, le unghie dei piedi ritorte e piene di pus. Ad occuparsi del caso una commissione costituita - fra gli altri – dal direttore sanitario Faronato, sociale Favaretto e ospedaliero Tessarin. Secondo le testimonianze degli operatori Israa, confermate dal presidente Fausto Favaro, l'anziana donna si trovava in condizioni igieniche terribili, con vermi e insetti nei capelli, attorcigliati attorno a mollette arrugginite. Affetta da demenza senile, non si lavava e rifiutava ogni contatto fisico. Ritrosia che, secondo la commissione, aveva arenato i precedenti tentativi di approccio. Ciò non giustifica ma spiega, secondo l'Usl 9. Nella relazione si parla di mancanza di globalità, coordinamento e comunicazione. In sostanza quindi nessuno, se non l'anziana è colpevole del suo degrado.