Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica sul mondo golfistico a cura di Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano femminile, il Gainbridge LPGA, in programma sul percorso del Lake Nona Golf & Country Club, a Orlando in Florida, campo che nel 1990 ospitò la prima edizione della Solheim Cup, in cui le americane ebbero la meglio sulla squadra europea, per (11,5-4,5).
Nel Gainbridge LPGA troviamo protagonista l’azzurra Giulia Molinaro, mentre nei due maschili non ci sono italiani. Vediamo allora di seguire il LPGA. Sono 120 le partecipanti, nel field anche 6 tra le prime 7 proette al mondo, a partire dalle sudcoreane Jin Young Ko (regina mondiale) e Sei Young Kim (numero 2), che abbiamo già avuto modo di seguire. Per l’azzurra Giulia Molinaro è il debutto stagionale, in un anno per lei importante in vista dei Giochi di Tokyo. C’è attesa anche per il ritorno della svedese Annika Sorenstam, campionessa senza tempo, divenuta leggenda del green femminile con ben 72 titoli sul LPGA, tra i quali 10 Major. Era dal 2008 che non giocava un evento ufficiale del circuito; lo scorso gennaio prese parte al Diamond Resorts Tournament of Champions ma non tra le proette, bensì tra le celebrità in gara con classifica a parte. A difendere il titolo sul LPGA è la connazionale Madalene Sagstrom, che si è sentita di fare qui una rivelazione: ha detto che all’età di 7 anni è stata vittima di violenza sessuale. Ritorna a giocare anche Yani Tseng, ex numero 1 mondiale, che ha guidato il ranking per 109 settimane consecutive.
Giulia Molinaro si è impegnata, ma non ha avuto fortuna: chiude il primo giro con 4 colpi sopra il par, va un po' meglio nel secondo round con tre bogey e due birdie, purtroppo, però, soccombe al taglio con più 6.
Torniamo allora a vedere come sta andando il combattimento dei maschi a Bradenton, sempre in Florida. L'evento era originariamente programmato per svolgersi in Messico, ma a causa della pandemia di Covid-19, è stato spostato in Florida. Si gioca al Concession Golf Club, Campo tosto, noto per avere alcuni dei green più difficili e penalizzanti del mondo. È in atto Il primo evento dei Campionati mondiali di golf della stagione, rappresentato da 20 paesi, che hanno inviato i più forti giocatori della classifica ufficiale, guidati dal vincitore in carica della FedExCup, Dustin Johnson, numero uno al mondo, protagonista del campo, che punta al suo quarto titolo in questo evento. Patrick Reed, due volte vincitore di questo evento, cerca di difendere il suo titolo, il WGC-Messico di un anno fa. Dispiace, l’assenza Francesco Molinari. Per gli americani questa tappa significa acquisire punteggio per poter partecipare alla Ryder Cup.
Nel primo round parte bene Webb Simpson: un bogey sulle prime buche, ampiamente recuperato da sette birdie. Non va bene per Matthew Wolff: due bogey, tre doppi bogey; salva l’onore con i birdie alle due ultime buche.
Nel secondo round si fanno sotto Tony Finau, Billy Horschel, Brooks Koepka e Collin Morikawa, mentre nel terzo round a brillare è McIlroy che va alla ricerca dell'ultima tappa del 'WGC Slam'; fa un eagle, e con un -6 di giornata si porta a -11, quattro colpi in testa per il finale.
Alla fine è il talentuoso ventiquattrenne Morikawa a trionfare. Emula Woods, supera la concorrenza di altri due americani, Brooks Koepka e Billy Horschel, secondi, chiude la partita a -18, e conquista il WGC. Con questa vittoria, l’americano è il secondo giocatore dopo Tiger a conquistare un Major e un evento del circuito mondiale prima dei 25 anni. Incassa un assegno di 1.820.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 10.500.000. Dedica la vittoria a Tiger e a suo nonno, morto di Covid un mese fa, con queste parole: “Nella vita non si ringraziano mai abbastanza le persone e in questo caso io lo voglio fare. Spero che Tiger, un esempio per molti, possa rimettersi presto”.
Nel Portorico Open è il sudafricano di Pretoria Branden Grace, a trionfare, grazie a un finale di gara dove ha realizzato un eagle e un birdie nelle ultime due buche del torneo. Si è imposto con un giro finale senza bogey, che ha spezzato i sogni di gloria del venezuelano Jhonattan Vegas, secondo, con 270 (-18). Al debutto assoluto nel torneo, Grace torna tra i migliori 100 giocatori al mondo, e supera il traguardo dei 10.000.000 di dollari guadagnati sul PGA Tour. dedica la vittoria al papà morto di Covid un mese fa.
In campo femminile il successo è per Nelly Korda che a Orlando si prende il Gainbridge LPGA, incassando 300.000 dollari su un montepremi di 2.000.000, dopo che la sorella Jessica a gennaio s’era imposta nel primo torneo stagionale del massimo circuito americano femminile. Due sorelle di talento, che provengono da una famiglia di Campioni, con un avvio di stagione da incorniciare.
Insomma, è stata una settimana di grande golf, tra emozioni, trionfi e commozione. Dispiace per l’azzurra Giulia Molinaro, 94/a con 149 colpi, era al debutto stagionale, non ha passato il taglio.
“For Tiger” – Tutti gli atleti hanno voluto rendere omaggio a Woods, che ha subito il grave incidente d’auto a Los Angeles. Hanno indossato maglietta rossa e pantaloni neri, (o gonna per la Sorenstam) la divisa classica di Woods in ogni round finale. Un tributo che non ha lasciato indifferente Woods. È difficile spiegare -ha commentato il californiano sui social- quanto sia stato toccante accendere la televisione e vedere tutte quelle magliette rosse. Grazie a tutti quei giocatori e tifosi che mi stanno aiutando a superare questo momento difficile”.
Rivedremo Francesco Molinari nel torneo dell’Arnold Palmer Invitational, la prossima settimana, al Bay Hill Club & Lodge qui, a Orlando, in Florida, dove sarà uno dei più attesi.
Paolo Pilla