Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Sindaci in "sciopero" per il taglio dei contributi

COMUNI CHIUSI, CONTRO CHI?

Fojadelli: "La Costituzione non si getta per comodo"


TREVISO – (gp) “La Costituzione non si può prendere e gettare a seconda che ci faccia o non ci faccia comodo”. E' ferma la posizione del procuratore capo della Repubblica di Treviso Antonio Fojadelli riguardo la protesta messa in atto da alcuni sindaci della Marca per il taglio dei fondi destinati ai loro comuni in base al patto di stabilità, protesta che si è tradotta nella chiusura per un giorno dei municipi. Il capo della Procura trevigiana si dice poi prudente nel configurare un'ipotesi di reato a carico dei primi cittadini che hanno aderito a questa forma di dissenso verso lo Stato, o il ministro delle finanze, o il governo, ma sottolinea come qualora ci fossero “forme che compromettono in concreto i diritti e le aspettative di una comunità e quindi con conseguenze gravi sotto il profilo dell'utenza” allora si profilerebbe la possibilità di aver commesso un illecito penalmente perseguibile che si tradurrebbe nell'interruzione di pubblico servizio. Ai nostri microfoni le parole del procuratore capo di Treviso Antonio Fojadelli.