Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Arrestati tre romeni, banda con base a Faenza

LADRI IN TRASFERTA, PRESI

San Biagio, razzia da Decathlon e Oviesse


SAN BIAGIO DI C. - Razziavano centri commerciali e negozi di magliette, scarpe, abiti e dei più svariati capi d'abbigliamento sportivi: una banda romena di ladri in trasferta, con base a Faenza, è stata sgominata dai Carabinieri di Treviso nella serata di martedì a San Biagio di Callalta. Nella giornata di martedì avevano già colpito a Padova, in serata il loro raid è proseguito nella Marca dove avevano preso di mira i negozi Decathlon e Oviesse nei pressi del centro commerciale Tiziano. Entravano con borse vuote, foderate di alluminio per beffare l'antitaccheggio, e ne uscivano con scarpe, maglie e giacche che sistemavano subito in auto. Mischiandosi ad altri clienti rientravano per continuare la razzia: così per svariate volte. In tutto ammonta ad oltre 6mila euro la refurtiva sequestrata. Fatale ai ladri l'occhio attento di un Carabinieri in congedo, un 60enne agente di commercio che ha notato lo strano andirivieni dei tre stranieri. Due dei malviventi sono stati bloccati subito dai militari, un terzo si è dileguato nei campi ma è stato rintracciato poco dopo mentre cercava di nascondersi in un fossato. Per tutti si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona: gli arrestati sono il 26enne Nicolae Zaharia, pregiudicato, il 21enne Constantin Bratu e Petre Catescu, 26enne. Nell'abitazione dove i tre risedono, a Faenza, è stata trovata altra refurtiva per un valore di circa 10mila euro, frutto di altri furti analoghi. Indagini sono in corso per scoprire come la merce venisse ricettata. Ai nostri microfoni interviene il comandante dei Carabinieri di Treviso, capitano Claudio Papagno.


Galleria fotograficaGalleria fotografica