Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Chiesto il rinvio a giudizio per una coppia di 50enni

MORSI TRA CONIUGI, IN AULA

Una separazione sfociata in violenza domestica


TREVISO – (gp) La loro vicenda era finita sulle cronache nel luglio scorso quando lui, esasperato dai comportamenti della moglie, aveva sporto deciso di sporgere denuncia. Ora, dopo quasi un anno di battaglia di querele, interrogatori e spiegazioni, la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per entrambi. La coppia di cinquantenni, che nel frattempo non solo non sono riusciti a risolvere i loro dissapori, rischia adesso anche una duplice condanna di fronte a un giudice. La relazione tra loro, dopo tanti anni di matrimonio, si era incrinata per un motivo ben preciso: le crisi d'ansia di cui soffre la moglie, che scoppiavano ogni volta che lui era fuori casa per lavoro o con gli amici. In un primo tempo si trattava di un disturbo controllato e sopportabile, ma per il marito la situazione era divenuta insostenibile tanto da arrivare a chiedere la separazione. Un affronto agli occhi della moglie che aveva iniziato così a tempestarlo di telefonate e messaggi e ad andarlo a trovare a lavoro. Una persecuzione che non si placava nemmeno tra le mura domestiche dove la donna sfogava le sue frustrazioni lanciandosi addosso al marito mordendolo sul collo. L'uomo, esasperato, aveva così chiamato i carabinieri e denunciato la moglie per maltrattamenti in famiglia e lesioni. La Procura di Treviso aveva anche disposto l'allontanamento dalla casa familiare della donna, prima ottenuto e poi revocato dal tribunale del riesame.