Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Casale, piccolo imprenditore denunciato

INSULTA I CARABINIERI

Seduto al bar, vede un'auto dell'Arma e urla offese


CASALE SUL SILE - Ha visto passare un'auto dei Carabinieri e ha iniziato a dare in escandescenze e ad insultare i militari. Un piccolo imprenduitore, 61enne, trevigiano, lunedì sera, intorno alle 22, era seduto ai tavolini all'aperto di un bar di Casale quando davanti a lui è transitata una pattuglia della locale stazione dell'Arma. L'uomo è scattato ad urlare insulti al'indirizzo della vettura e non si è placato neppure quando i due carabineiri gli si sono avvicinati. Anzi, ha rincarato la dose di sfottò: trasferisco l'azienda all'estero, così non vi pago più lo stipendio con le tasse", "mi faccio arrestare e poi vi denuncio", più offese assortite ed epiteti razzisti sull'origine meridionale dei due militari. Alla base della reazione, oltre di certo a qualche bicchiere di troppo, probabilmente l'aver subito la sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza nell'ottobre 2008 e poi una nuova sanzione per guida con patente revocata, l'anno dopo, sempre ad opera dei Carabinieri. I due militari, ad un certo punto, si sono allontanati per eviatre che l'uomo, trascendendo ancor più, si cacciasse in guai ancor peggiori. Nulla gli toglierà, comunque, una denuncia per violenza, oltraggi e minacce a pubblico ufficiale e per ubriachezza molesta.