Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Caccia ai due piromani, indagine dei carabinieri

FONTE, L'OMBRA DEL RACKET?

Rogo al "Vecchio Molino", oggi spenti ultimi focolai


FONTE - Si sono completate solo in questa mattinata le operazioni di spegnimento e di messa in sicurezza presso il ristorante “Vecchio Molino” di Onè di Fonte, incendiato e fatto esplodere nel pomeriggio di lunedì da due piromani che sono tutt'ora ricercati. I vigili del fuoco sono stati costretti ad intervenire stamani in via Lastego per spegnere un focolaio che aveva intaccato una travatura portante: i locali, devastati, sono ora inagibili. I danni, coperti da assicurazione, ammontano ad oltre un milione e mezzo di euro. I piromani avevano sparso la benzina sul pavimento della cucina ed hanno aperto il gas: l'innesco ha provocato una vera e propria bomba. In mattinata ripreso anche il sopralluogo sul posto da parte dei carabinieri: repertati sangue, capelli ed una maglia dei due malviventi che hanno messo a segno il raid. “Sprovveduti”, come li dipingono i carabinieri, ustionati e feriti gravemente da una deflagrazione impressionante: uno dei due avrebbe riportato una forte lesione ad una tempia. Un testimone li ha visti fuggire, anneriti dal fumo e sono al momento ricercati. Entrambi hanno bisogno di cure mediche urgenti: in stato di allerta ci sono gli ospedali di tutto il nord-est. Ma cosa ha mosso la mano dei vandali? La titolare, Wally Zanin, smentisce minacce e ritorsioni di ogni tipo ma è su questa pista che le indagini si muovono. Aspettando il referto del Ris sul materiale rinvenuto, gli investigatori passeranno al setaccio i conti correnti del ristorante e scaveranno nel recente passato del rinomato ristorante, citato anche nella guida del Gambero Rosso. Per ora nessuna ipotesi è esclusa. Ne' il racket, ne' una vendetta e tanto meno una faida interna all'ambiente della ristorazione. Singolare è anche il momento della giornata in cui i malviventi sono entrati in azione: in pieno giorno con tutti i rischi che questo poteva comportare. Ma anche questo come molti altri punti di questa vicenda resta un mistero.