Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coisp contro Comune: " Vogliono solo i soldi"

APPIANI, CAOS PARCHEGGIO

Sosta selvaggia, disco orario per il park Panorama


TREVISO - Auto sui marciapiedi, veicoli fermi con la quattro frecce, posteggi sempre strapieni: da qualche settimana il parcheggio nella zona della cittadella Appiani è quantomai selvaggio, soprattutto da lunedì scorso, quando la sosta è diventata a pagamento. Se il parcheggio del vicino centro commerciale “Panorama” rappresentava una sorta di salvezza ora, con l'introduzione del disco orario, tutti saranno costretti a pagare anche gli stessi lavoratori della cittadella delle istutuzioni. Queste in sintesi le motivazioni della protesta lanciata dal sindacato di polizia Coisp nei confronti del Comune di Treviso. “Dopo averci cacciati fuori dal centro cittadino –si legge in una nota- trasferendoci in una struttura non idonea per i servizi di polizia e recuperare gli edifici da adibirle ad appartamenti super lusso, è arrivata l’ennesima dimostrazione del menefreghismo rivolto sia alle forze dell’ordine che ai cittadini che hanno bisogno di loro.”