Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

20enne ivoriana sequestrata e violentata da due fantomatici bruti

STUDENTESSA INVENTA RAPIMENTO E STUPRO, DENUNCIATA PER PROCURATO ALLARME

Paese, domenica era stata trovata a terra da alcuni passanti


PAESE - Per non essere rimproverata dai genitori ha inventato e denunciato ai carabinieri una violenza sessuale: sarà a sua volta segnalata alla Procura per procurato allarme e simulazione di reato una studentessa 20enne ivoriana, residente a Carbonera. La ragazza era stata rintracciata da alcuni passanti domenica sera lungo via Mascagni, al confine tra Paese e Quinto di Treviso: era riversa a terra, semisvenuta e ferita al capo. Quando i medici del Suem118 sono arrivati sul posto la giovane ha raccontato di quel presunto stupro. La 20enne era stata adescata il giorno prima nei pressi della stazione da due malviventi di carnagione chiara, che hanno caricato in auto la ragazza e ne hanno iin seguito abusato. Quando è stata rintracciata, la giovane ha riferito di essere appena stata scaricata dall'auto dei due fantomatici violentatori. L'indagine dei carabinieri, con le pesantissime ipotesi di reato di violenza sessuale, lesioni e sequestro di persona, hanno quasi subito portato alla verità: quel racconto era una frottola. I test medici hanno escluso la violenza e la ragazza si era ferita cadendo a terra, da sola. Messa alle strette, la 20enne ha poi ammesso le sue responsabilità: era stata il giorno precedente a Padova per trovare un amico, lì si era fermata a dormire in stazione e l'indomani era tornata nella Marca, scendendo alla stazione di Paese perchè - a suo dire - non aveva denaro con sè. Qui, aveva deciso di dirigersi a piedi fino a casa: stremata dallo sforzo e dal non aver mangiato è poi svenuta a terra.