Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'Osservatorio sui consumi dell'Ascom Confcommercio

"IL 2011, L'ANNO PEGGIORE DALL'INIZIO DELLA CRISI"

Negozianti scettici anche sul 2012: per uno su due sarà recessione


TREVISO - Il 2011 si conferma nero per il commercio trevigiano: l’anno peggiore dall’inizio della crisi, secondo Guido Pomini, presidente dell’Ascom Confcommercio. Lo certifica anche l’Osservatorio sui consumi, periodica indagine dell’associazione. Neppure la campagna natalizia e i saldi invernali hanno contribuito a rialzare le sorti: ne gli ultimi tre mesi dell’anno, vendite e fatturato vendite e fatturato sono state in calo per sei commercianti su dieci. I prezzi d’acquisto delle merci sono rincarati per la quasi totalità degli operatori (il 96%), mentre solo per il 30% sono in aumento anche gli importi di vendita: segno che le imprese stanno facendosi carico del rialzo rosicchiando i margini, ma il rischio di inflazione incombe. Non si salva nessun settore e pure il turismo, fin qui tra i meno colpiti, lamenta un calo dell’occupazione delle camere e della redditività degli alberghi. Il giudizio sulla manovra del governo da parte dei commercianti è critico, ma non del tutto negativo: per il 61% le misure sono recessive, ma utili. Con queste premesse, quasi scontata la previsione per il 2012: secondo più della metà dei imprenditori sarà recessione e per un ulteriore 29% andrà ancora peggio dell’anno scorso, mentre solo il 15% si attende dei miglioramenti.