Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Intervista con Michele Gazzola, del Ceis di Treviso

LE NUOVE DROGHE: OGGI CI SI SBALLA PER FAR PARTE DEL GRUPPO

Assuntori sempre più giovani e mix di alcol e sostanze


TREVISO - In modo più subodolo e meno appariscente del passato, ma l'abuso di sostanze continua ad intrappolare molti giovani trevigiani.  Con alcuni segnali inquietanti: si abbassa l'età media dei primi contatti con alcol e droghe; aumenta il policonsumo, mischiando alcolici, cannabis, droghe sintetiche di più recente diffusione; si afferma un'assunzione in un contesto sociale, spesso persino di festa ed euforia, come mezzo di inclusione nel gruppo, anzichè quale forma di protesta contro le convenzioni della società, come avveniva negli anni '70 e '80. Quali sono le nuove dimaniche dell'universo della tossicodipendenza? Ne discutiamo con Michele Gazzola, vicepresidente e coordinatore dell'area "Dipendenze" del Ceis, una delle più note realtà che si occupano del fenomeno nella Marca.