Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Dopo i rischi spaccatura, sarà lui il candidato unitario

LEGA, GIORGIO GRANELLO VERSO LA SEGRETERIA PROVINCIALE

Il sindaco di Ponzano indicato anche da Leonardo Muraro


VILLORBA - Sarà Giorgio Granello il prossimo segretario provinciale della Lega. Naturalmente manca ancora la votazione del congresso, in programma il primo aprile, a cui qualsiasi militante potrebbe in teoria concorrere, ma l'attuale sindaco di Ponzano e capogruppo del Carroccio in consiglio provinciale sarà, con ogni probabilità, il candidato unitario. Si risolve così lo scontro tra il segretario uscente, Gianantonio Da Re, e il presidente della Provincia, Leonardo Muraro. Il numero uno del Sant'Artemio, sostenuto da un gruppo di militanti fautori di un rinnovamento, era in un primo momento emerso come possibile sfidante di Da Re. Dopo che il sindaco di Vittorio Veneto, da 14 anni alla guida del movimento, fedelissimo del segretario nathional Gian Paolo Gobbo, aveva accettato di correre anche per un quarto mandato, rischiava di profilarsi uno scontro interno. Proprio per evitare spaccature, le diverse aree hanno finito per convergere su Granello, persona ritenuta di equilibrio e molto apprezzata all'interno del partito. Sullo sfondo, tuttavia resta l'immagine di una Lega non più monolitica come in passato e, nonostante le insistenti smentite dei protagonisti, pure nella roccaforte trevigiana emergono i fermenti del contrasto a livello nazionale tra “bossiani” e “maroniani”.