Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Valdobbiadene, l'episodio a giugno, dopo lo stupro di gruppo la fuga

DROGATA E VIOLENTATA DALL'EX FIDANZATO E DA UN AMICO

Arrestati dai carabinieri due 20enni di origine sudamericana


VALDOBBIADENE - (nc) Attirata in trappola, drogata con uno spinello e violentata prima dal suo ex fidanzato e poi da un amico. Vittima degli abusi una 16enne di Valdobbiadene. Arrestati ed ora ai domiciliari per violenza sessuale di gruppo due ragazzi di 20 anni di origine sudamericana. Era andata a casa di quello che era stato un suo ex fidanzato ed ora solo un amico, un 20enne sudamericano naturalizzato. Non poteva immaginare quello che l'aspettava: uno stupro di gruppo. E' cominciato così, lo scorso 9 giugno, l'incubo di una 16enne di Valdobbiadene. La ragazzina che ha da qualche tempo un nuovo fidanzato si fida del giovane, sale con lui in camera da letto. I due discutono ed insieme fumano uno spinello. Proprio la droga rende più agevole quanto il ragazzo aveva pianificato: la ragazza, frastornata, si scambia effusioni con l'ex fidanzato. Prima semplici baci ma lui vuole di più. La 16enne tenta di ribellarsi ma è tutto inutile: viene bloccata, afferrata per i polsi, spogliata completamente e violentata dal ragazzo. Ma l'incubo non è finito. Come per condividere quel pomeriggio di trasgressione il 20enne viene raggiunto a casa da un amico, coetaneo e sudamericano. Insieme abusano ancora una volta della ragazzina che riesce però a sfuggire a quella morsa e a fuggire in bagno. Qui invia sms alle amiche ed al suo fidanzato raccontando quello che sta avvenendo. Approfittando di una distrazione dei suoi aguzzini la ragazza scappa ed è raggiunta dagli amici. Una volta arrivata a casa la 16enne racconta tutto ai genitori: insieme vanno alla caserma dei carabinieri di Valdobbiadene dove vengono convocati anche i due ragazzi. I test clinici, svolti all'ospedale di Montebelluna, confermano lo stupro. Martedì, al termine delle indagini il gip Bianco su richiesta del pm De Bortoli emette un'ordinanza di custodia agli arresti domiciliari. Sull'ex fidanzato della 16enne si allungano ombre inquietanti: altre ragazzine hanno confessato che in passato avrebbero subito da lui abusi sempre con le stesse modalità, utilizzando uno spinello per azzerare le resistenze delle sue vittime. Le parole del comandante dei carabinieri di Vittorio Veneto, Giancarlo Carraro.