Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per i 35 esclusi, alzato a 6mila euro l'incentivo

PANTO, FIRMATO L'ACCORDO CON I SINDACATI PER LA NUOVA SOCIETÀ

Restano 80 i lavoratori riassunti. L'azienda: "Il massimo possibile"


S. BIAGIO DI CALLALTA - Panto, c'è l'accordo sulla nuova società. La firma tra rappresentanti dei sindacati e dell'impresa è arrivata quasi a mezzanotte di venerdì, dopo oltre sei ore di discussione. Confermata la sostanza dell'intesa, con la costituzione di una nuova società che rileverà stabilimento ed attività tramite il concordato. Verranno riassorbiti 80 degli attuali 116 dipendenti: Fillea Cgil e Filca Cisl hanno insistito per ampliare la quota, ma l'azienda ha confermato di aver già sostenuto il massimo sforzo possibile, stanti le attuali condizioni del settore. Per i restanti 35 (uno degli esclusi è un dirigente e seguirà un percorso particolare) è stato aumentato l'incentiv: da 4mila a 6mila euro a testa. Questi lavoratori beneficeranno di ulteriori dodici mesi di cassa integrazione straordinaria, una volta approvato il concordato. I colleghi, invece, con ogni probabilità passeranno attraverso un periodo di cig ordinaria, finchè non venga completato il piano di reintegro a scaglioni. Avranno garantiti livello di inquadramento, retribuzione ed eventuali premi e la nuova società salderà gli arretrati di tfr, ratei, ferie, mentre le mensilità ancora non versate restano a carico della vecchia Panto spa e dovranno essere recuperate attraverso il concordato (i lavoratori sono creditori privilegiati). Siglato l'accordo generale, che dovrà essere sottoposto alla ratifica dell'assemblea martedì prossimo, ora dovranno essere sottoscritti i cosiddetti documenti 411 con cui i lavoratori esclusi rinunciano a rivalse nei confronti della nuova società. Il piano concordatario dovrà essere presentato al giudice entro il 17 dicembre: l'intesa con i sindacati rende molto più probabile l'ammissione. Tempi burocratici permettendo l'azienda punta ad essere operativa per i primi del prossimo gennaio.