Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio domenica sera in un dondominio del quartiere di Monigo

CERCA DI ACCOLTELLARE LA MOGLIE E AGGREDISCE I POLIZIOTTI: ARRESTATO

In cella polacco 48enne, terrorizzata la 45enne da cui si sta separando


TREVISO - Completamente ubriaco ha cercato di accoltellare la moglie, da cui si sta separando, e poi ha aggredito una pattuglia della polizia che era stata chiamata ad intervenire dalla donna, terrorizzata. L'episodio, avvenuto nel quartiere di Monigo alle 21.15 di domenica, ha portato all'arresto di un polacco di 48 anni, J.S.. Lo straniero, da tempo in rotta con la moglie 45enne e con gravi problemi di alcolismo, è finito in manette per minacce, lesioni, resistenza, violenza, oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità. Il processo per direttissima ha portato lo straniero ad una condanna di un anno e 8 mesi con pena sospesa. L'intervento della polizia è scattato quando la moglie, terrorizzata, chiama il 113: dice di essere stata picchiata e minacciata di morte con un coltello dall'ex compagno con cui convive forzatamente. Quando gli agenti delle volanti giungono sul posto rintracciano la donna che li attende, sconvolta, fuori dal condominio in cui vive. I poliziotti entrano in casa e trovano in camera da letto il 48enne, disteso, seminudo e completamente ubriaco: ai lati ha due coltelli, quelli con cui avrebbe voluto fare a fette la moglie. Lo straniero si ribella agli agenti con insulti, spintoni e botte; per lui inevitabili le manette; i due poliziotti se la sono cavata con 5 e 7 giorni di prognosi.