Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio domenica sera in un dondominio del quartiere di Monigo

CERCA DI ACCOLTELLARE LA MOGLIE E AGGREDISCE I POLIZIOTTI: ARRESTATO

In cella polacco 48enne, terrorizzata la 45enne da cui si sta separando


TREVISO - Completamente ubriaco ha cercato di accoltellare la moglie, da cui si sta separando, e poi ha aggredito una pattuglia della polizia che era stata chiamata ad intervenire dalla donna, terrorizzata. L'episodio, avvenuto nel quartiere di Monigo alle 21.15 di domenica, ha portato all'arresto di un polacco di 48 anni, J.S.. Lo straniero, da tempo in rotta con la moglie 45enne e con gravi problemi di alcolismo, è finito in manette per minacce, lesioni, resistenza, violenza, oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità. Il processo per direttissima ha portato lo straniero ad una condanna di un anno e 8 mesi con pena sospesa. L'intervento della polizia è scattato quando la moglie, terrorizzata, chiama il 113: dice di essere stata picchiata e minacciata di morte con un coltello dall'ex compagno con cui convive forzatamente. Quando gli agenti delle volanti giungono sul posto rintracciano la donna che li attende, sconvolta, fuori dal condominio in cui vive. I poliziotti entrano in casa e trovano in camera da letto il 48enne, disteso, seminudo e completamente ubriaco: ai lati ha due coltelli, quelli con cui avrebbe voluto fare a fette la moglie. Lo straniero si ribella agli agenti con insulti, spintoni e botte; per lui inevitabili le manette; i due poliziotti se la sono cavata con 5 e 7 giorni di prognosi.