Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nuova realtā da 10 milioni di fatturato e 43 dipendenti

NASCE AD ODERZO LA TERZA MAGGIORE INDUSTRIA DI ABRASIVI IN ITALIA

Lba sorta dalla fusione della medesima ditta con la Abratech di Meduna


ODERZO - E' la terza realtà italiana nel campo degli abrasivi e rappresenta uno di primi esempi riusciti di fusioni tra aziende. Con quasi 10 milioni di fatturato ed una quota di mercato pari all'11,2%, Lba sale sul podio italiano del settore. La nuova società, che conta 43 dipendenti, è specializzata nella produzione e conversione di abrasivi flessibili, paste abrasive e prodotti industriali per il confezionamento, per il settore dell'automobile, del legno e dei laccati, dei metalli, del cuoio e della calzatura, con un portafoglio di circa 1.400 clienti. Il grosso del mercato è in Italia, ma l'export, oggi al 24% del giro d'affari, è in crescita, puntando ad entrare in nuovi mercati, come Emirati Arabi Uniti e Germania. Particolarità, Lba è sorta (atto di nascita ufficiale lo scorso 12 dicembre, operativa dal 7 gennaio) dall'aggregazione tra due aziende trevigiane: l'omonima Lba di Oderzo e la Abratech di Meduna di Livenza, che ora detengono ciascuna il 50% del capitale della nuova realtà e si sono spartite equamente anche i posti in cda. Una scelta dettata non da contingenti ragioni di bilancio - le due imprese godevano entrambe di buona salute -, ma da una visione a lungo termine per meglio affrontare un mercato in forte trasformazione come spiega Mirco Longo, nuovo direttore vendite e marketing. Ora è pronto un piano di investimenti da un milione e mezzo di euro e si sta completando il nuovo stabilimento: i vertici di Lba lanciano anche un appello alle amministrazioni locali per velocizzare i tempi delle autorizzazioni per realizzare la nuova ala da 2.500 metri quadri.

Le due imprese nel percorso di fusione anche Unindustria Treviso, tramite il suo apposito consorzio Unint: dal 2004, l'associazione ha seguito una sessantina di progetti di integrazione tra aziende a vari livelli.


Galleria fotograficaGalleria fotografica