Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagini chiuse a tempo di record: il pm chiede il giudizio immediato per il 34enne

TENTÒ DI UCCIDERE LA MOGLIE: ANDREA LORO SUBITO A PROCESSO

Matilde Ardia ha avviato le pratiche per l'affidamento dei due figli


LORIA – (gp) Processo lampo per Andrea Loro. Chiuse le indagini a tempo di record, il sostituto procuratore Valeria Sanzari ha infatti fimrato la richiesta di giudizio immediato per il 34enne di Loria che il 17 gennaio scorso tentò di uccidere la moglie, la 30enne Matilde Ardia, prima strangolandola e poi, simulando un incidente stradale, dando fuoco all'auto con la consorte all'interno. In poco più di due mesi e mezzo dunque la Procura di Treviso ha già raccolto tutti gli elementi utili per portare l'uomo di fronte a un giudice. Con ogni probabilità, come anticipato dall'avvocato Lorenza Secoli, legale dell'uomo chiamato a rispondere dell'accusa di tentato omicidio, il 34enne sceglierà di essere giudicato con rito abbreviato in modo da usufruire dello sconto di un terzo della pena. Ulteriori dettagli in merito alla strategia difensiva non sono ancora noti, a differenza della linea che intende tenere la Procura di Treviso convinta che il delitto sia frutto di un piano studiato in anticipo e non scaturito in un attimo di follia. Oltre alle prove raccolte dagli inquirenti, agli atti ci sono pure le dichiarazioni rese da Andrea Loro in sede d'interrogatorio di convalida: “Non avevo intenzione di ucciderla – dichiarò il 34enne - volevo soltanto darle una lezione. Con la tanica di benzina volevo soltanto spaventarla. Non so cosa mi è preso”. La moglie, dopo un paio di settimane di ricovero nel reparto Grandi Ustionati di Padova, ha avviato le pratiche per chiedere l'affidamento esclusivo dei suoi due figli e la revoca della patria podestà del marito.