Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Preganziol, pendeva nei suoi confronti un ordine di carcerazione e 48 denunce

AUTO FATTE SPARIRE E ALBERGHI A SCROCCO, ARRESTATA DALLA POLIZIA

Micaela Tosato, 49enne, era ospite al Gromit house di Sambughč


PREGANZIOL - Nel corso della sua lunga carriera da "truffatrice seriale", aveva accumulato numeri da record: 48 denunce per truffa, appropriazione indebita, insolvenza fraudolenta e soprattutto un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Verona per furto aggravato ma mai finora eseguito. Ad arrestare questa vera e propria artista del raggiro, la 49enne veronese Micaela Tosato, sono stati domenica mattina gli agenti delle volanti della polizia. La donna era ospite da qualche giorno in una casa per vacanze di Sambughè, la "Gromit house". Ben vestita, dal fare distinto e con al seguito ben sette cani bassotto: non aveva davvero l'aspetto di una truffatrice di professione. La sua "vacanza" nella Marca si è conclusa nel peggiore dei modi: ora si trova reclusa presso il carcere della Giudecca di Venezia. Una pattuglia della polizia aveva intercettato e seguito la donna sabato sera mentre si aggirava per il centro storico al volante di una Renault Capture: proprio il mezzo ha insospettito gli agenti che lo hanno seguito fino alla casa-vacanza. Nel frattempo, dal numero di targa, la polizia è risalita all'origine della vettura: si trattava di un'auto di cortesia di una concessionaria di Mestre. Il titolare dell'autosalone ha raccontato di aver dato in prestito quella vettura ad una donna che aveva qualche giorno prima firmato il contratto di acquisto di un mezzo, non ancora disponibile. Dai dati dell'acquirente gli investigatori sono risaliti alla truffatrice. Con questa tecnica Micaela Tosato era già riuscita in passato a far sparire altri mezzi. Lo stesso albergo di Preganziol era destinato ad essere raggirato: in decine di casi la 49enne era riuscita a non pagare il conto delle stanze prese in affitto, spesso fingendo che la sua tessera bancomat non funzionasse. L'episodio che ha portato la Procura di Verona ad emettere un ordine di carcerazione risale a qualche tempo fa quando, in un hotel del veronese, Micaela Tosato fece sparire dall'appartamento preso in affitto una tv, un decoder ed un vaso. Ovviamente senza pagare il conto.