Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il concetto di casa, tra sicurezza e abbandono, nella mostra di Stacy Gibbone

L'ARTISTA CHE RICERCA LA FELICITÀ

L'inaugurazione stasera alle 19 allo Spazio Bevacqua Panigai di Treviso


TREVISO - (ag) Il diritto alla ricerca della felicità, formulato nella dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti, diventa spunto di riflessione per l'artista americana Stacy Gibbone, di cui, da questa sera dalle 19, verranno esposte alcune opere del progetto “Pursuit of happiness” allo Spazio Bevacqua Panigai di Treviso. “Sono 5 tele di grandi dimensioni - spiega ai nostri microfoni la gallerista Lorenza Raffaello - in cui emerge un segno forte e deciso che assieme ai colori hanno il potere di creare nuovi volumi e nuove forme.”

Inoltre vi saranno fotografie, testi e una videoinstallazione che raccontano l’idealismo americano, strettamente collegato al concetto di casa.

Un luogo, prima di tutto, rifugio della persona e della famiglia, che secondo l'artista americana viene oggi minato da questioni politiche ed economiche. Così, per esempio, l'emblematica staccionata bianca cambia significato e diventa metafora dell’idea dell’abbandono. L'artista, che attualmente vive e lavora a Venezia, durante l'inaugurazione in galleria metterà in atto una live aesthetic text performance e non è detto che lasci qualche traccia artistica anche sui vetri e sulle vetrine della città.

Inoltre, giovedì 6 giugno, alle 18, verrà inaugurata al Venice Jazz Club di Venezia un altro capitolo dell'esposizione di Stacy Gibboni.

 

Intervista di Alessandra Ghizzo