Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il concetto di casa, tra sicurezza e abbandono, nella mostra di Stacy Gibbone

L'ARTISTA CHE RICERCA LA FELICITÀ

L'inaugurazione stasera alle 19 allo Spazio Bevacqua Panigai di Treviso


TREVISO - (ag) Il diritto alla ricerca della felicità, formulato nella dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti, diventa spunto di riflessione per l'artista americana Stacy Gibbone, di cui, da questa sera dalle 19, verranno esposte alcune opere del progetto “Pursuit of happiness” allo Spazio Bevacqua Panigai di Treviso. “Sono 5 tele di grandi dimensioni - spiega ai nostri microfoni la gallerista Lorenza Raffaello - in cui emerge un segno forte e deciso che assieme ai colori hanno il potere di creare nuovi volumi e nuove forme.”

Inoltre vi saranno fotografie, testi e una videoinstallazione che raccontano l’idealismo americano, strettamente collegato al concetto di casa.

Un luogo, prima di tutto, rifugio della persona e della famiglia, che secondo l'artista americana viene oggi minato da questioni politiche ed economiche. Così, per esempio, l'emblematica staccionata bianca cambia significato e diventa metafora dell’idea dell’abbandono. L'artista, che attualmente vive e lavora a Venezia, durante l'inaugurazione in galleria metterà in atto una live aesthetic text performance e non è detto che lasci qualche traccia artistica anche sui vetri e sulle vetrine della città.

Inoltre, giovedì 6 giugno, alle 18, verrà inaugurata al Venice Jazz Club di Venezia un altro capitolo dell'esposizione di Stacy Gibboni.

 

Intervista di Alessandra Ghizzo