Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fascicolo iscritto a modello 45, a carico di ignoti non costituente notizia di reato

LA PROCURA APRE UN'INCHIESTA SULLA MORTE DI RENZO GOBBO

Si cerca l'uomo che ha lanciato l'allarme prima di darsi alla fuga


TREVISO – (gp) La Procura di Treviso ha aperto un'inchiesta sulla morte improvvisa di Renzo Gobbo, l'immobiliarista 50enne trovato senza vita sul divano della sua casa di via Piave al civico 17. Si tratta di un fascicolo iscritto a modello 45, ovvero a carico di ignoti non costituente notizia di reato. Quanto basta però per poter disporre gli accertamenti necessari per identificare l'uomo, probabilmente un amico della vittima, che dopo aver lanciato l'allarme con il cellulare di un passante è scappato, facendo perdere le proprie tracce. A suo carico non è stata mossa nessuna accusa, per questo gli inquirenti lo invitano a presentarsi spontaneamente per chiarire quanto successo. Di certo c'è che all'arrivo dei sanitari del Suem 118 Renzo Gobbo era già morto, probabilmente colto da un malore fatale, e sul suo corpo non sono stati riscontrati segni di violenza. Gli inquirenti, da quanto filtra nei corridoi del terzo piano del palazzo di giustizia di Treviso, si sarebbero presi 24 ore di tempo per permettere di individuare l'uomo che ha chiamato i soccorsi e che sarebbe stato in compagnia della vittima al momento del decesso. Solo in seguito potrebbero disporre l'autopsia per rendere più chiari i contorni della morte del 50enne, che al momento lasciano aperti più scenari anche se l'ipotesi sembra essere solo e soltanto quella del malore.