Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Corte d'Appello di Venezia ha ridotto la pena rispetto a 9 anni del primo grado

MINORE PAGATA PER FARE SESSO: 7 ANNI A UN EX GUARDIA GIURATA

Le accuse: violenza sessuale e induzione alla prostituzione minorile


LORIA – (gp) La Corte d'Appello di Venezia ha ridotto da nove a sette anni la condanna inflitta ad A.M., ex guardia giurata 52enne di Loria finita a processo per rispondere dei reati di violenza sessuale su minore, induzione alla prostituzione minorile, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Secondo l'accusa l'uomo avrebbe pagato per anni una quattordicenne di Cittadella per fare sesso, e l'avrebbe inoltre “venduta” a un cittadino cinese che avrebbe consumato con lei un rapporto sessuale completo. “Si è vero, venivo pagata per fare sesso”. Questa la testimonianza resa in aula dalla vittima, ora 18enne, nel corso del processo di primo grado. In quello d'appello sono stati invece sentiti due testimoni portati dalla difesa, rappresentata dagli avvocati Luca Dorella e Simone Guglielmin, che di fatto hanno spinto i giudici a limare la pena. “Attendiamo di leggere le motivazioni della sentenza – hanno dichiarato i legali dell'imputato – Se la riduzione di pena dipendesse da una qualche scalfitura nella credibilità del racconto della vittima, crediamo ci siano buoni margini per il ricorso in Cassazione che comunque presenteremo”. A incastrare l'ex guardia giurata era stata proprio l'adolescente che ai giudici avrebbe rivelato che faceva sesso con quell'uomo di Loria, facendosi pagare tra i 50 e i 100 euro a prestazione. I primi incontri sarebbero iniziati nel 2007, dopo che i due si erano incontrati in un bar castellano. Prima le chiacchiere, poi una bevuta assieme, in seguito l'invio di qualche foto e l'inizio delle proposte più hard per arrivare a rapporti sessuali costanti che si sono protratti nel tempo.