Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gip di Bergamo chiude il fascicolo sul 24enne residente a Montebelluna

FIKRI ESCE DALL'INCHIESTA PER L'OMICIDIO DI YARA GAMBIRASIO

Archiviata anche l'accusa di favoreggiamento per il marocchino


BERGAMO - E' stato definitivamente archiviato il fascicolo su Mohamed Fikri, il 24enne marocchino, finora unico indagato per la morte di Yara Gambirasio, avvenuta nel 2010. L'archiviazione è stata disposta oggi dal gip di Bergamo. Fikri, residente a Montebelluna, la notte del 26 novembre 2010, quando fu uccisa la 13enne, era al lavoro in un cantiere di Mapello, nel bergamasco, non lontano da Chignolo d'Isola, dove in un campo, il 26 febbraio successivo, è stato ritrovato il cadavere della ragazzina. L'immigrato era stato arrestato mentre si stava dirigendo in Marocco, sulla base di un'intercettazione telefonica: parlando con un connazionale sembrava aver pronunciato il termine "uccidere", ma la traduzione si è poi rivelata imprecisa. Per questo, dopo essere stato indagato e arrestato, prima per omicidio e poi per favoreggiamento, era stato successivamente rilasciato. Lo scorso giugno la procura aveva chiesto per lui l'archiviazione per il favoreggiamento, dopo che il gip aveva già accolto quella per l'accusa di omicidio. A maggio un incidente probatorio aveva infatti chiarito che Fikri non utilizzò il termine "uccidere" durante le telefonate intercettate. Ora il magrebino esce definitivamente dall'inchiesta.


Galleria fotograficaGalleria fotografica