Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il figlio della cuoca che l'ha inventato: "Rispettare la ricetta originale"

LA BATTAGLIA PER IL TIRAMISÙ DOC APPASSIONA ANCHE GLI INGLESI

Articoli su Guardian e Daily Telegraph dopo le richieste di tutela di Zaia


TREVISO - La decisione del presidente del Veneto, Luca Zaia, di avviare il processo che conduca il tiramisù trevigiano al riconoscimento di STG (Specialità territoriale garantita) ha avuto ampia eco sui giornali britannici, sempre piuttosto attenti all'enograstronomia made in Italy.

Il Guardian, nella sua versione on line, dedica alla vicenda un lungo articolo del corrispondente da Roma, Tom Kington, dal titolo: "Salvate il tiramisù".

Dopo aver ricordato le mille versioni del tiramisu a livello internazionale, in particolare quella con le fragole (che evidentemente in Gran Bretagna va per la maggiore), e aver paragonato il dolce ad altri prodotti italiani che a causa di una scarsa tutela sono stati clonati sui mercati mondiali e hanno visto il loro storico brand screditato da contraffazioni, il giornalista intervista Zaia e Carlo Campeol. Il ristoratore, patron delle Beccherie e figlio di Alba, la cuoca che secondo una delle più accreditate tradizioni nel 1970 inventò il celeberrimo dolce, si scaglia contro chi tradisce la ricetta canonica con altri ingredienti, come appunto fragole o liquori: "Quello non è tiramisù – dichiara Campeol -, dobbiamo codificare gli ingredienti per impedire che lo rovinino per sempre".

Anche il Daily Telegraph, altra prestigiosa testata inglese, interviene sul tema con un articolo dal titolo "Treviso rivendica il tiramisù” firmato dal corrispondente da Roma Nick Squires. Dopo aver ricordato gli ingredienti della ricetta, il Telegraph da' voce al governatore del Veneto che conferma: "Stiamo per presentare un dossier per avere la certificazione che il tiramisù e' un tipico dolce trevigiano - dice Zaia - anche per combattere le tante, troppe imitazioni".