Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

ASCOLTA AUDIO Buco di 3 milioni di euro, dicevano: "Faccio sparire la contabilitÓ"

BANCAROTTA FRAUDOLENTA E TRUFFA, CONIUGI ARRESTATI

Ai domiciliari Carlo Raimondo e Michela Volpato, di 56 e 34 anni


MONTEBELLUNA - Prima del fallimento, dovuto ad un buco di quasi 3 milioni di euro creato dalla propria azienda di trasporti che aveva sede a Montebelluna in via Dalmazia, avevano ceduto beni ed immobili, per 1,9 milioni di euro, ad un'altra società. In realtà però i proprietari, occulti, di entrambe le aziende erano sempre gli stessi, una coppia di imprenditori residenti nel vicentino a Tezze sul Brenta che sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Treviso per bancarotta fraudolenta e truffa. Si tratta di un 56enne, Carlo Raimondo, e della moglie, Michela Volpato, 34 anni: attualmente si trovano agli arresti domiciliari. La donna è stata arrestata giovedì scorso, l'uomo il giorno seguente mentre era di ritorno da un viaggio in Slovenia. I coniugi sarebbero, secondo gli investigatori, due "bancarottieri seriali": alle spalle avevano già precedenti di questo tipo e per non destare sospetti si servivano di prestanome a cui intestare le aziende, spesso decotte che venivano spesso svuotate dei loro beni e poi fatte fallire. L'ultima "testa di legno", hanno accertato gli investigatori del nucleo di polizia tributaria, era un 69enne di Altamura, nominato proprio poco prima dell'ultimo fallimento, risalente all'aprile del 2011.