Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso Basket strapazza il KK con una ottima prestazione collettiva

GRANDE DE LONGHI IN AMICHEVOLE A POLA: CROATI TRAVOLTI 90-43

Cinque in doppia cifra, Cortesi 16 punti, bene i giovani


POLA - DE' LONGHI TREVISO 43-90 (19-30, 29-53, 37-82)

KK POLA 1981: Graslo P. 11, Mohorovic , Graslo A. 2, Stoamhodic 12, Radunic 4, Sablojc , Travica , Antic , Pavlovic 7, Androvic , Kondevic 2, Perdida 5. All. Milekic

DE’ LONGHI TREVISO: Masocco 3, Raminelli 3, Gatto 14, Prandin 13, Rossetto 6, Busetto 10, Vedovato 6, Cazzolato 13, Maestrello 7, Malbasa , Cortesi 16, Parente ne. All. Bjedov

ARBITRI: Dorevic e Stasic
NOTE: spettatori: 500 Tiri liberi: Treviso 9-12 - Pola 6-10
POLA Week end precampionato per la De' Longhi Treviso Basket, che ha trascorso in Istria, al Bi Village di Fazana (proprietario il trevigiano Gruppo Biasuzzi, tra i sostenitori del Consorzio Universo Treviso), l'ultimo fine settimana prima di tuffarsi nella nuova avventura del campionato di DNB che inizierà domenica prossima al PalaCicogna contro Udine.
Dopo una bella cena sabato sera, presente una delegazione di aziende partner del Consorzio UniVerso Treviso e i dirigenti di TVB, dal Presidente Vazzoler al GM Pittis, che ha visto i giocatori trevigiani anche esibirsi con gli animatori del Bi Village che li hanno fatti cimentare in un "contest" divertentissimo stile Giochi senza Frontiere (trionfatore Raminelli su Vedovato e Cazzolato), in mattinata passeggiata di gruppo sul lungomare di fronte all'isola di Brioni e allenamento, in serata nella palestra "Pattinaggio" di Pola l'amichevole internazionale contro la locale squadra di A2 croata, il Pula .
Goran Bjedov, che deve ancora fare a meno dell'esperienza di Parente in regia (TVB conta di recuperarlo per la prima di campionato) ancora fermo per l'infiammazione alla pianta del piede, schiera nello starting five Cazzolato, Prandin, Maestrello, capitan Gatto e Raminelli.

I primi minuti fanno subito capire come per la De’ Longhi sarà un test probante: fisicità, difese agguerrite, scontri duri sotto canestro, questi gli ingredienti di un match godibile nei primi minuti, poi dominata da una TVB in forma-campionato. Per Treviso il capitano, Ivan Gatto, è il solito trascinatore iniziale: i primi 7 punti sono tutti del lungo trevigiano, tra bombe e schiacciate. Poi arrivano anche Cazzolato (2/2 da tre nel primo quarto), il recuperato Maestrello e l’estroso Prandin e TVB al 5’ comincia a prendere vantaggio (sorpasso sul 13-14). Inizia la girandola dei cambi e coach Bjedov trova nella freschezza atletica dei “baby” Busetto (6 punti e 3 recuperi in 4 minuti) e Vedovato preziose risorse per aumentare la pressione difensiva e trovare punti in velocità. Dall’effimero 17-14 per Pola al 6’, si arriva con un gioco spumeggiante dei biancocelesti fino al 19-30 della chiusura di primo quarto, un 15-2 di break per la De’ Longhi che spacca la partita. Tutto nasce da una difesa che pressa con i piccoli e protegge bene l’area e i rimbalzi con i lunghi, e i contributi preziosi dalle rotazioni della panchina che non fa rimpiangere i titolari.

Nel secondo quarto la musica non cambia, Vedovato fa la voce grossa dentro l’area contro i giovani lunghi croati, Edo Rossetto, Masocco e Cortesi finalizzano da fuori e in contropiede, e la squadra di Bjedov al 15’ è avanti con grande personalità con il +18 (26-44) firmato da un’incursione del “marine” Prandin (8 punti nel quarto). Fioccano i recuperi difensivi per TVB, che tiene sempre alto il ritmo (tanti contropiede e giochi in transizione) e le percentuali al tiro, mentre Stoahmodic (8 punti nei primi 20’) e compagni faticano a tenere testa all’intensità trevigiana. Ivan Gatto (14 punti e 2/2 da tre nei primi 20’) con 5 punti in fila sigla il +23 al 18’ (28-51), poi Cazzolato e compagni dilagano fino al 29-53 dell’intervallo.
Si ricomincia e la musica non cambia, la squadra di Pola, fisica e talentuosa, ma con pochi elementi di esperienza e tanti giovani, fa fatica contro l'organizzata difesa trevigiana (su cui punta tantissimo coach Bjedov e il suo staff quest'anno), che continua a sfornare recuperi e soluzioni facili in contropiede per le "frecce" Prandin e Cazzolato. Una tripla frontale di Simone Cortesi dilata in maniera "tombale" il vantaggio De' Longhi (29-62 al 23'), con Pola che fatica a costruire azioni pulite e segna con il contagocce. Sull'imbarazzante +40 (31-71) al 25', coach Milekic chiede time out e rimbrotta i suoi, ma non basta. TVB prova qualche esperimento in vista del campionato, e si mette a zona, ma Pola continua a subire e Treviso segna con percentuali stellari anche da tre (Cortesi scatenato ne mette tre in fila). Il terzo quarto termina con un impietoso 37-82.
L'ultimo quarto è una formalità, molto spazio per le giovani leve della De' Longhi, che conducono in porto il match per 43-90. Una due-giorni importante per fare gruppo, cementare l'amalgama di squadra e sostenere un test che,. al di là della resistenza degli avversari durata solo per due quarti, ha fatto capire come la squadra di coach Bjedov sia sulla buona strada in vista dell'esordio di domenica al PalaCicogna.