Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, "Abbiamo venduto le nostre ville, affidati a lui oltre 400mila euro"

PROCESSO AL BROKER BUSSO: TRA LE VITTIME ANCHE IL PADRINO DELLA FIGLIA

In aula la terza udienza al 57enne moglianese: parlano le vittime


TREVISO - Terza udienza del processo al promotore finanziario Vitaliano Busso, il 59enne moglianese che venne arrestato dalla polizia svizzera nel febbraio del 2011 per una truffa di 2 milioni e 326 mila euro ai danni di quattro ignare famiglie a cui aveva proposto investimenti molto redditizi (con interessi anche del 15%) spacciandosi per dipendente dell'inesistente filiale BNL Swiss di Lugano e simulandone la buona riuscita con la redazione di falsi rendiconti periodici. Le trame dell'uomo vennero scoperte attraverso un'indagine della polizia locale di Treviso. Oggi in aula sono stati sentiti alcuni testimoni dell'accusa. "Era il mio compare, sono il padrino di cresima di sua figlia, mi fidavo ciecamente e gli ho dato i soldi e sono spariti - ha raccontato una delle vittime di Vitaliano Busso - io e mia moglie avevamo venduto le nostre due ville, ci siamo comprati un appartamentino e gli abbiamo affidato il resto, oltre 400 mila euro. Lui ci diceva di stare tranquilli che ci avrebbe pensato lui. E ci ha pensato proprio". La prossima udienza del processo è stata fissata il prossimo 11 giugno: in quell'occasione saranno sentiti i primi dieci testimoni della difesa sui 26 richiesti dai legali di Busso.