Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO Dovrà rispondere di sfruttamento, estorsione e lesioni

CHIEDEVA IL PIZZO AI TRANS, POLIZIA ARRESTA LO SFRUTTATORE

In cella romeno 25enne, sprangate al fidanzato marocchino di un viado


SPRESIANO - Pretendeva di avere il dominio assoluto su una precisa zona di Spresiano, il marciapiede all'angolo tra via Battisti e la Pontebbana: è questo il luogo in cui faceva prostituire il fidanzato, un transessuale di 31anni ed un altro viado di 28 anni, entrambi romeni. Quando quest'ultimo si è ribellato alle sue richieste, il pagamento di un affitto di 200 euro del luogo in cui vendere il proprio corpo, è scattata la violenza: il trans è stato ferito alle braccia con un coltello nel corso di una lite ma peggio è andata al fidanzato, un marocchino 28enne, colpito violentemente a sprangate nel corso di un "regolamento di conti". Ad arrestare lo sfruttatore, padre padrone della prostituzione dei viados a Spresiano, sono stati gli uomini della squadra mobile di Treviso coordinati dal dirigente, Enrico Biasutti (ascolta audio). A finire in cella con ordinanza firmata dal gip, Silvio Maras su richiesta del pm Umberto Dona', un 25enne romeno, Nicu Bala. Il giovane, ora rinchiuso nel carcere di Santa Bona, deve rispondere di sfruttamento della prostituzione, estorsione e lesioni personali gravi. Denunciato per gli stessi reati anche il fidanzato transessuale. 

La vittima dello sfruttamento era alloggiato dalla scorsa estate presso l'abitazione dell'amico, fidanzata di Nicu Bala. Tra l'ospite ed il 25enne i rapporti sono fin da subito molto tesi: il primo pretende il pagamento di una sorta di pizzo di 200 euro per concedere la zona in cui vendere il proprio corpo, il secondo dopo una prima rata decide di ribellarsi, viene costretto a sloggiare e si "mette in proprio" sulla Pontebbana. E' un affronto che lo sfruttatore non accetta e così, nella notte tra il 13 ed il 14 ottobre, ferisce alle braccia il transessuale. Il viado, vista la situazione particolarmente tesa, si fa raggiungere a Spresiano dal fidanzato, un magrebino che vive a Torino. Un incontro chiarificatore, o così dovrebbe essere, avviene lo scorso 16 ottobre tra Nicu Bala, il fidanzato marocchino e i rispettivi fidanzati. Quando sembra essersi finalmente profilato un accordo pacifico tra le parti la situazione degenera quando il trans 28enne annuncia l'arrivo di un ulteriore amico viado a Spresiano: il 25enne romeno colpisce violentemente con un'asta di metallo il nordafricano e poi fugge con il fidanzato. Il magrebino è così costretto a recarsi al pronto soccorso, farsi refertare le ferite riportate, e quindi denunciare tutto alla polizia. Nel tardo pomeriggio di lunedì Nicu Balo viene fermato a due passi dalla sua abitazione di Spresiano, in via Campagnola: nei giorni precedenti all'arresto aveva più volte telefonato alle vittime della sua prepotenza per minacciarle.


Galleria fotograficaGalleria fotografica