Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 19enne romeno era chiamato a rispondere del reato di omicidio colposo plurimo

SCHIANTO DI PAGNANO: DUMITRU HORJ HA PATTEGGIATO DUE ANNI

Il 7 luglio 2012 morirono due 20enni e due sorelle di 16 e 13 anni


ASOLO – (gp) Dumitru Horj, il 19enne romeno che si trovava alla guida dell'Alfa nella quale sono morti quattro suoi amici dopo essersi schiantata contro il muro di recinzione di Villa Filippin a Pagnano d'Asolo il 7 luglio 2012, ha patteggiato due anni di reclusione per omicidio colposo plurimo ottenendo la sospensione condizionale della pena. Un accordo con il pubblico ministero ammorbidito dal risarcimento danni già elargito ai parenti delle vittime. Nello schianto persero la vita Ovidin Ilie Azota, operaio di Casella d’Asolo di 23 anni, Marius Hantig, 21enne piastrellista di Villa d’Asolo, e le sorelle di 14 e 17 anni di Fonte Oana Maria e Alina Ramona Roman. Dumitru Horj, rimasto per mesi ricoverato in rianimazione all'ospedale San Valentino di Montebelluna lottando per giorni tra la vita e la morte, al momento del tragico incidente non aveva nel sangue la minima traccia di alcol o sostanze stupefacenti. Lo schianto, come confermato da una perizia tecnica, è stato causato dall'alta velocità associato, probabilmente, a un colpo di sonno del conducente. L'Alfa 159 con a bordo i cinque giovani, che proveniva da Castelcucco, aveva sbandato uscendo di strada in una curva a destra e schiantandosi contro il muro di recinzione di Villa Filippin.