Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa per lesioni aggravate dall'uso di un'arma un 25enne di Monigo

PICCHIA E CERCA DI ACCOLTELLARE LA COMPAGNA INCINTA: IN AULA

Lei ha scelto di rimettere la querela ma il reato è perseguibile d'ufficio


TREVISO – (gp) Prima le sferra un pugno in pieno volto, poi prende un coltello e cerca di colpirla. Soltanto i riflessi della vittima, al terzo mese di gravidanza, avrebbero evitato il peggio. Ma la remissione di querela da parte della donna, una 25enne trevigiana, non ha evitato il processo a carico del suo ex compagno, suo coetaneo residente a Monigo. Per le accuse di lesioni aggravate dall'uso dell'arma, dovrà presentarsi di fronte al giudice a ottobre del prossimo anno, giorno in cui il procedimento penale è stato rinviato su richiesta del suo legale, l'avvocato Giuseppe Muzzupappa. I fatti risalgono al 23 gennaio del 2011. La vita di coppia tra i due protagonisti non viaggiava in ottime acque da qualche tempo, nonostante la presenza di un figlio e un altro in arrivo. Al termine di una lite l'imputato, stando al capo d'imputazione, avrebbe colpito la compagna con un pugno mentre si trovava a letto. Poi avrebbe preso un coltello da cucina tentando di accoltellarla. Lei, per difendersi, sarebbe riuscita a bloccare il fendente col braccio e a mettersi in salvo, chiamando infine i carabinieri. Giunti nell'abitazione della coppia, i militari strinsero le manette ai polsi del 25enne. Convalidato l'arresto, venne poi messo agli arresti domiciliari. La donna, portata a termine la gavidanza, decise di non rimettere la querela nei confronti dell'ex, uscendo di scena da un eventuale processo. Che si terrà comunque in quanto è stata contestata l'aggravante dell'uso dell'arma, per cui il reato è diventato perseguibile d'ufficio.