Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti quattro anni e otto mesi a un ottantenne residente nel coneglianese

MOLESTA LA NIPOTE DI 15 ANNI: CONDANNATO IL NONNO-ORCO

Attenzioni morbose e palpeggiamenti taciuti per mesi dalla vittima


CONEGLIANO - (gp) Attenzioni morbose e palpeggiamenti spinti. Per mesi avrebbe molestato la nipote, all'epoca dei fatti appena 15enne. L'uomo, un ottantenne residente nel coneglianese, per quegli abusi è finito prima sotto inchiesta e poi a processo. Di fronte al gup Gioacchino Termini, ha chiesto e ottenuto di essere giudicato con rito abbreviato (ottenendo dunque lo sconto di un terzo della pena) rimediando una condanna a quattro anni e otto mesi di reclusione. L'anziano, nel corso delle indagini, aveva ammesso tutto chiedendo agli inquirenti di non tormentare ulteriormente la nipote. Un modo per evitare di far rivivere all'adolescente il dolore di quei momenti raccontandoli nuovamente nei particolari dopo averlo già fatto quando, assieme alla madre, andò a sporgere denuncia dai carabinieri. I primi approcci a sfondo sessuale sono iniziati nel febbraio del 2012. L'anziano, quando si è accorto che la sua nipotina stava diventando grande, ha iniziato a sviluppare un attrazione sessuale nei confronti della 15enne. Prima ha usato le parole per avvicinarla, poi le mani per toccarla. Attenzioni sempre più morbose, inizialmente taciute, che per mesi hanno tormentato la 15enne fino a quando ha deciso di raccontare tutto alla madre. Immediata è scattata la denuncia e l'inchiesta della magistratura. Un iter abbastanza rapido visto che l'anziano, messo di fronte alle proprie responsabilità, non ha negato nulla decidendo anche di farsi curare.