Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'uomo, che verrā processato a marzo, č accusato di violenza sessuale su minore

ABUSI SU UNA BIMBA DI SEI ANNI: SETTANTENNE RINVIATO A GIUDIZIO

La piccola, ora ha 11enne, racconta di rapporti completi avuti nel 2007


TREVISO – (gp) Rinviato a giudizio per aver abusato sessualmente di una bambina di appena sei anni. Il gup Umberto Donà, dopo aver rigettato la richiesta di giudizio abbreviato subordinato a una perizia psichiatrica, ha deciso di mandare a processo un 70enne. L'uomo, che si presenterà di fronte al collegio dei giudici del tribunale di Treviso, è chiamato a rispondere del reato di violenza sessuale su minore. A incastrarlo alle proprie responsabilità, aldilà della denuncia della madre della vittima che si è costituita parte civile, ci sarebbe il racconto della stessa ragazzina messo nero su bianco nel corso di un incidente probatorio tenutosi in videoconferenza nel maggio scorso. La piccola, oggi 11enne, aveva raccontato la sua verità confermando le accuse ma, secondo la difesa dell'imputato rappresentata dall'avvocato Giuseppe Pio Romano, la posizione del 70enne sembrava alleggerirsi. La vicenda presa in esame dagli inquirenti è venuta alla luce alla fine del 2012 e risale a episodi datati 2007. A far scattare d'ufficio l'indagine erano stati i medici che avevano visitato e curato la presunta vittima, scoprendo che ad appena dieci anni aveva già avuto un rapporto sessuale. L'imputato, stando a quanto riferito dalla piccola, avrebbe abusato di lei addirittura nel 2007, quando la bambina di anni ne aveva appunto appena 6. L'uomo, interrogato dagli inquirenti, aveva ammesso di aver “giocato” con la vittima respingendo però con fermezza di aver avuto rapporti sessuali completi con lei. I fatti si sarebbero consumati in una casa di campagna dove vivono entrambi: lui presta infatti servizio nell'azienda agricola di proprietà del convivente della madre della piccola. Una vicenda inquietante che potrebbe anche nascondere qualcosa di più grave, stando a quanto sostiene l'avvocato Pio Romano: in quella casa vivono infatti più persone e potrebbe pure essere che ad abusare della piccola possa essere stato qualcun altro prima delle attenzioni del 70enne.