Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si fingono addetti comunali e chiedono: “fondi da destinare ai più bisognosi”

PIEVE DI SOLIGO E REFRONTOLO ALLARME TRUFFE TELEFONICHE

I Comuni: "Cittadini stiano allerta e diffidino di queste telefonate"


PIEVE DI SOLIGO - Nuovi tentativi di “truffa telefonica” sono giunte in questi giorni ai cittadini di Pieve di Soligo e di Refrontolo. I due Comuni mettono in guardia la popolazione: «Fate attenzione ai malintenzionati: nessun incarico di raccolta fondi a nostri operatori». Tornano i tentativi di raggiro ai danni degli abitanti di Refrontolo e Pieve di Soligo. Sconosciuti raggiungono telefonicamente le potenziali vittime (solitamente anziani), annunciando loro di stare raccogliendo dei “fondi da destinare ai più bisognosi”, presentandosi come “incaricati” dai rispettivi Comuni di residenza. Da parte nostra non c’è stato alcun incarico – spiegano le Amministrazioni comunali - I cittadini stiano allerta e diffidino di queste telefonate: se dovessero avere un contatto con questi soggetti, evitino di proseguire la telefonata e, se possibile, segnalino l’accaduto direttamente alle Forze dell’Ordine».