Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I giudici hanno inflitto 3 anni e 6 mesi a Valmir Gamshi, erano 4 in primo grado

ACCOLTELLAMENTO AL RIVER CAF╚: PENA RIDIMENSIONATA IN APPELLO

Il 23enne era accusato di tentato omicidio e porto abusivo di armi


TREVISO – (gp) Pena ridotta in appello di sei mesi per l'accoltellamento al River Cafè. I giudici veneziani, accogliendo in parte la tesi difensiva dell'avvocato Pretty Gorza (non derubricando però il reato in lesioni gravissime), hanno condannato a tre anni e sei mesi (erano quattro in primo grado) Valmir Gamshi, il 23enne kossovaro finito alla sbarra per tentato omicidio e porto abusivo d'armi per aver accoltellato un coetaneo marocchino nella notte del 29 aprile scorso all'esterno del locale di viale della Repubblica. In attesa del deposito delle motivazioni, l'avvocato Gorza deciderà in seguito se ricorrere o meno in Cassazione. Valmir Gamshi, di fatto incensurato, era stato arrestato dalla Squadra Mobile di Treviso due giorni dopo l'episodio incriminato mentre stava cenando in una pizzeria di Meolo con due amici. Identificato quasi subito grazie all'aiuto delle telecamere del bar, stando alla ricostruzione degli agenti lo straniero avrebbe cercato di fuggire non tornando più nella sua abitazione di Casier. Il pestaggio finito nel sangue, secondo l'accusa, sarebbe nato da alcuni epiteti offensivi proferiti dal balcanico nei confronti della fidanzata del magrebino.