Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Settore già in difficoltà: metà delle camere vuote nella Marca

LA CRISI ELECTROLUX AFFONDA IL TURISMO CONEGLIANESE

Gli stabilimenti garantiscono migliaia di ospiti: rischio azzeramento


CONEGLIANO - La crisi dell'Electrolux rischia di avere pesanti ricadute sull'indotto, compreso un comparto particolare come il turismo. Fino alla metà degli anni '90 del secolo scorso, prima delle chiusura della Grande Impianti di Conegliano, gli stabilimenti trevigiani della multinazionale dell'elettrodomestico attiravano in media tra i 4 e i 5mila ospiti all'anno: dirigenti, tecnici, fornitori, compratori che pernottavano negli alberghi e mangiavano nei ristoranti di tutta l'area tra il Coneglianese e Porcia, dove ha sede l'altra grande fabbrica Electrolux. Ancor oggi i siti produttivo, pur ridimensionati, garantiscono poco meno del 5% dell'intero volume di presenze e di redditività del comparto alberghiero della zona. Una definitiva chiusura o una ridimensionamento a livelli minimi delle fabbriche, come quello che si prospetta in questi giorni, rischia di avere gravi ripercussioni sulle imprese locali del turismo, conferma Federico Capraro, presidente provinciale di Federalberghi. Ancor più in un momento in cui il turismo d'affari è già di per sé in sofferenza e l'intero settore trevigiano attraversa una fase di difficoltà: il calo della redditività si attesta intorno al 12% rispetto all'anno scorso e il tasso di occupazione delle camere rimane al di sotto del 50% per la maggioranza delle strutture.