Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

14 tracce ripercorrono il tema della solitudine e dell'esclusione

"IL VIANDANTE", L'ULTIMO ALBUM DI ALBERTO CANTONE

Sulla figura del poeta, l'omaggio al cantautore Piero Ciampi


TREVISO - Si chiama “Il viandante” l'ultimo lavoro di Alberto Cantone, terzo disco che segue a “C'era una sogno per cappello” (2008) e “Angeli e ribelli” (2005). Se, nello scorso album, il punto di vista era quello del folle, ora Alberto Cantone assume lo sguardo di chi, nella società di oggi, procede nel suo cammino senza riconoscersi nella società e nei suoi modelli: “E' un disco che fotografa l'anima del viandante che è dentro ciascuno di noi, non soltanto il viaggiatore, ma quella segreta anima che ci porta a sfuggire e ad allontanarci dal mondo, a ritagliarci i nostri spazi di solitudine, a riconoscere nel vagabondo i nostri stessi occhi.” - spiega lo stimato cantautore trevigiano, ospite nei nostri studi - “E' una metafora del presente in cui si perdono tanti punti di riferimento e tante certezze e in cui siamo tutti un po' viandanti, in particolare gli artisti e i poeti.” E proprio alla figura del poeta è dedicata la seconda parte dell'album, con un omaggio di Alberto Cantone al ricordo di Piero Ciampi, “uno dei cantautori che ha avuto un percorso di vita e artistico tra i più duri del nostro mondo di cantautori. Ma ho pensato a tutti i poeti che ricordiamo, e a cui eleviamo dei monumenti quando non sono più in vita, quando invece siamo stati anche noi a lastricare la loro strada di spine.”.