Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Casale sul Sile, operazione della Guardia di Finanza di Treviso, 65enne ai domiciliari

BANCAROTTA FRAUDOLENTA, ALLA "IONICA" BUCO DA 3,7 MILIONI

Nel crack truffate sette banche e cinque aziende veneziane fornitrici


CASALE SUL SILE - Un 65enne di origini napoletane, Luigi Formisano, arrestato ed ora ai domiciliari a Chioggia per bancarotta fraudolenta, due polacche, la compagna 40enne dell'uomo e un'amica 37enne, denunciate per lo stesso reato e interdette dall'attivita' imprenditoriale. Questo l'esito delle indagini della Guardia di Finanza di Treviso sul crack di un'azienda, la "Ionica srl", nata nel 2007 e dichiarata fallita nel febbraio del 2012. La ditta, specializzata nella commercializzazione di prodotti ittici, aveva una sede operativa a Casale sul Sile in via delle Industrie ed una sede legale a Porto Viro, in un capannone diroccato di via Mantovana. Truffate sette istituti di credito e cinque aziende fornitrici. Il buco creato e' di oltre 3,7 milioni di euro. La ditta si serviva di bilanci e fatture false per ingannare i finanziatori oltre che di due "teste di legno", una romena 37enne ed un uomo 57enne di Adria. In prossimita' del fallimento, nel 2011, venne inoltre simulato il furto della contabilita', persa in una sperduta stazione della Romania. Mercoledì scorso, al termine delle indagini, è stata eseguita l'ordinanza di arresto, firmata dal gip Angelo Mascolo: Luigi Formisano, con precedenti alle spalle per questo tipo di reati, si trova ora agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Chioggia. Stando agli investigatori il 57enne si faceva chiamare con lo pseudonimo di “Delfino”. Un nomignolo che evidentemente non gli ha portato bene.

Galleria fotograficaGalleria fotografica