Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Manildo: "Chiederemo misure nazionali contro gli sfruttatori"

PADOVA E VENEZIA CON TREVISO NELLA LOTTA AGLI ACCATTONI

Coordinamento tra le amministrazioni comunali e le polizie locali


TREVISO - La lotta al racket degli accattoni coinvolgerà tutta la PaTreVe.

Dopo la decisione, in accordo con Questura e Prefettura, di ricorrere ai fogli di via per contrastare la presenza in città di mendicanti professionisti, il sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha contattato i colleghi di Padova e Venezia per un coordinamento in materia.  "Il fenomeno dell'accattonaggio - spiega infatti Manildo - non può essere affrontato se non in chiave metropolitana". Già dalla prossima settimana, dunque, i comandanti delle polizie locali dei tre capoluoghi si riuniranno per fare il punto della situazione e definire strategie per affrontare il problema come un'unica realtà urbana. Al vertice saranno invitati anche i funzionari delle rispettive Questure. Secondo i promotori dell'iniziativa, esiste una struttura organizzata che usa alternativamente le tre città facendo leva su persone disperate che finiscono in questa rete. “Nella sola città di Padova – nota il sindaco reggente Ivo Rossi -, nel corso del 2013 sono state elevate ben 619 sanzioni per accattonaggio molesto. In alcuni casi si è arrivati a oltre 50 sanzioni a carico di singola persona" Questa attività ha già portato la Polizia Locale a fare richiesta alla Questura di allontanamento per otto individui. A Treviso, invece, le multe staccate dall'inizio del 2014 sono una settantina. Ma - spiegano da Ca' Sugana - le sanzioni si rivelano ormai poco efficaci, così come anche il sequestro del denaro non costituisce più un deterrente. "Si è imposto dunque un necessario giro di vite - ribadisce Manildo - proprio per distinguere il fenomeno del racket dalle reali situazioni di povertà, peraltro già ben note ai servizi sociali". Oltre alle misure adottate a livello locale, i tre sindaci solleciteranno anche interventi su scala nazionale per colpire le organizzazioni criminali che molto spesso stanno dietro a questi mendicanti: "Chiederemo - conferma il primo cittadino di Treviso - l'introduzione di un reato che punisca lo sfruttamento in forma associativa dell'accattonaggio".