Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presto si aggiungeranno anche Vicenza e Belluno

"RIDATE AI COMUNI LA FACOLTĄ DI DECIDERE SUL PIANO CASA"

Treviso, Padova e Venezia propongono modifiche alla legge regionale


TREVISO - Ridare ai Comuni la possibilità di calibrare il Piano casa regionale in base alle esigenze del loro territorio. E' il succo della proposta di legge avanzata alla Regione dalle amministrazioni di Treviso, Padova e Venezia.

Gli assessori all'Urbanistica dei tre capoluoghi si sono ritrovati a Ca' Sugana per definire un'azione unitaria. Tutti d'accordo su un punto: più che legittima la necessità di rilanciare un settore chiave come l'edilizia, ma l'attuale Piano casa ter rischi di “cancellare in un colpo quella concertazione fatta sul territorio con i pat”. Soprattutto non tiene conto delle diverse necessità delle diverse aree: se Treviso avrebbe bisogno di una maggiore elasticità nei cambi di destinazione d'uso per riqualificare i tanti edifici vuoti in centro, a Venezia, di contro, la possibilità di convertire ogni immobile i in struttura ricettiva rischia di trasformare la città in un mega-albergo penalizzando i residenti. I proponenti dunque suggeriscono che ogni Comune, entro 90 giorni dal varo della nuova legge, possano approvare delle disposizioni attuative ad hoc, altrimenti varranno le norme regionali, come spiega Marta Dalla Vecchia, assessore all'Urbanistica di Padova. Di fatto i Comuni sollecitano a tornare alla filosofia alla base delle prime due versioni di piano, risolvendo anche l'incertezza che ora attornia la materia anche a causa dei ricorsi di costituzionalità sollevati dal governo sul provvedimento regionale, come ribadisce l'assessore veneziano Andrea Ferrazzi.

La proposta verrà consegnata in Regione entro fine mese, per essere valutata in commissione e discussa dall'aula entro sei mesi. “Ma contiamo si concluda molto prima”, ribadisce il sindaco di Treviso Giovanni Manildo. Sarebbe bastato l'intervento di un solo capoluogo: Padova, Treviso e Venezia, però, hanno deciso di agire di concerto, mentre si attendono a breve le delibera anche dei consigli di Vicenza e Belluno. Insomma, di fatto, la PaTreVe prende sempre più corpo. E, nei prossimi mesi, la regia metropolitana, spiega Manildo, tornerà in campo anche per il trasporto pubblico, la formazione e le iniziative per l'Expo 2015.