Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 50enne di Oderzo rischiava fino a 12 anni di carcere: l'accusa è stata riqualificata

GRANATE E MUNIZIONI DA GUERRA IN CASA: CONDANNATO A OTTO MESI

Nel maggio 2012 il ritrovamento: 9 bombe, 16 cartucce e 4 bossoli


ODERZO – (gp) Nel maggio 2012 era stato scoperto con un arsenale di ordigni bellici e di munizioni di armi da guerra nascosti in casa. Rischiava da tre a dodici anni di carcere visto che quelle nove granate (alcune delle quali con spolette corrose),16 cartucce e 4 bossoli per moschetto erano stati prelevati dal greto del Piave e, secondo gli inquirenti, portati nella sua abitazione. Da qui l'accusa di raccolta di armi da guerra, che prevede appunto una pena più elevata delle semplice detenzione illegale. Grazie al suo legale, l'avvocato Daniele Panico, un 50enne di Oderzo è riuscito a dimostrare che quelle armi le aveva trovate nella casa che aveva avuto in eredità. A supporto di questa versione dei fatti, il racconto del custode della casa, chiamato ad avvalorare il racconto dell'imputato. Riqualificato dunque il reato, il giudice ha condannato il 50enne al minimo della pena (la condanna per detenzione illegale di armi da guerra va da dodici mesi a otto anni di carcere) riducendola per il rito abbreviato a otto mesi di reclusione. L'uomo, incensurato, ha anche usufruito della sospensione condizionale della pena.