Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il cantante Riccardo Ruggeri presenta il progetto

"NON ROMPETE I BOZZOLI, LE FARFALLE DORMONO", L'ALBUM DEI LOMÉ

La data veneta: mercoledì 30 aprile al Sartea di Vicenza


Sarà mercoledì 30, al Sartea di Vicenza, l’unica data in Veneto del tour dei biellesi LoMé, gruppo composto da Riccardo Ruggeri (voce), Italo Graziana (batteria), Mauro Dellacqua basso, con Jacopo Mazza.

Con tre cd all'attivo ed un quarto appena uscito, vincitori del premio MusicaControLeMafie 2013 (MEI di Faenza) con il progetto “Manichini [Il silenzio ammazza]” e con un recente passato fatto di Premio Tenco, Premio Bindi, ma anche Heineken Jammin’ Festival, i LoMé rappresentano qualcosa di nuovo per la musica italiana. Testi forti alla Tenco, ma su musica suonata con virtuosismo, molto lontana dalla tradizione cantautorale. 

Il live proposto è un crossover tra jazz d’avanguardia, canzone d’autore ed elettronica che fonde atmosfere acustiche al vintage elettrico di synth e loopstation. Perle del PoP (Bjork, Bowie, Radiohead, Lucio Dalla) smontate e rimontate evocando nelle sonorità Bad Plus, Dresden Dolls, James Blake.

In scaletta anche nuove produzioni originali e successi estratti dai primi lavori discografici (etichetta Eubage, distribuzione Venus/Btf).

"MUTE - non rompete i bozzoli, le farfalle dormono", che presta il nome alla rassegna di concerti iniziati ad aprile a Milano e che si concluderanno il 31 maggio a Genova, è l’ultimo EP prodotto. Mute: perché è nella trasformazione che si cela la vera anima dei LoMé.

“Il nostro quinto lavoro – spiega il frontman Riccardo Ruggeri - non è una classica produzione discografica, ma riunisce nel suo percorso diverse realtà e intenzioni. Il contenitore del cd, fatto con tessuti di scarto del tessile biellese,  è stato realizzato dai ragazzi del progetto "Botteghe dei mestieri" seguito da cooperative sociali. Ne abbiamo stampate poche copie, numerate, ed ogni custodia è unica”

Una traccia del disco è "Manichini", brano scritto per raccogliere fondi per LIBERA Ass. Contro Le Mafie e premiato al Medimex di Bari per il contest MusicaControLeMafie.