Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scontro a fuoco in un supermercato di Qualiano: è morto Giuseppe D'Aniello

UCCISO A NAPOLI UNO DEI QUATTRO RAPINATORI DELLA "TOFFOLATTI"

Il 22enne freddato da un carabiniere fuori servizio che faceva la spesa


NAPOLI – (gp) Ucciso da un carabiniere fuori servizio uno dei quattro rapinatori della gioielleria Toffolatti. Il fatto di sangue è avvenuto a Qualiano, in provincia di Napoli. A perdere la vita il 22enne Giuseppe D'Aniello, originario di Melito, che il primo aprile scorso era stato condannato in primo grado a otto anni di reclusione per il colpo messo a segno a Pieve di Soligo l'8 novembre 2012. D'Aniello (che aveva partecipato alla rapina assieme allo zio Francesco Sarracino, il 34enne presunto capo della banda condannato a dieci anni di carcere assieme a Giuseppe Mele, 32 anni e colui che avrebbe sparato a Pierpaolo Toffolatti, e a Giovanni Verde, il 34enne originario di Giugliano incaricato al noleggio dei camper con cui la banda si spostava da una regione all'altra per mettere a segno rapine che è stato condannato a e 7 anni e 4 mesi) si trovava agli arresti domiciliari in una comunità di recupero. Con l'aiuto di due complici, ha cercato di rapinare il supermercato Sisa di via Giuseppe Di Vittorio a Quagliano. Intento a fare la spesa all'interno dell'esercizio commerciale c'era anche un carabiniere fuori servizio. I banditi hanno intimato alla cassiera di consegnare l'incasso. A quel punto il carabiniere è intervenuto, presentandosi, e uno di loro avrebbe estratto la pistola sparando in aria. Così il carabiniere ha estratto la sua arma e ha sparato colpendo D'Aniello, che è morto sul colpo, e ferendo un altro rapinatore che i carabinieri hanno rintracciato poco più tardi a Giugliano: si tratta di Domenico Chiariello, classe '87 residente proprio a Giugliano, che si trovava in stato di semilibertà e doveva tornare in serata a Poggioreale. Nessuna traccia al momento del terzo componente della banda.