Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista a Caterina Zanardo, pres. dell'associazione 11 gradi

BIANCA DI COLLALTO, LA LEGGENDA IN UN MUSICAL MODERNO

Lo spettacolo mercoledì 11 giugno al Castrum di Serravalle


VITTORIO VENETO - C'è una famosa leggenda che racconta della giovane ancella Bianca che venne murata viva nella torre del castello di Collalto a causa dell'incontenibile gelosia della contessa Aicha, moglie del conte Tolberto. Partendo per la guerra, Aicha colse lo sguardo del conte rivolto alla fanciulla e gli occhi di lei carichi di lacrime. A nulla valsero le dichiarazioni di innocenza, la graziosa ancella era destinata a un'atroce morte, e il suo fantasma a vagare nelle sale del castello che l'aveva imprigionata.
La storia di Bianca di Collalto è diventata uno spettacolo musicale che verrà messo in scena mercoledì 11 giugno nella splendida cornice del Castrum di Serravalle, ore 21, anteprima del festival di Serravalle che si inaugura il prossimo 19 giugno.
Ai nostri microfoni presenta l'iniziativa Caterina Zanardo dell'associazione storico culturale Undici gradi, organizzatrice dell'evento con l'associazione Amici del Castrum e l'associazione Ali estese.
L'opera lirica moderna è stata composta tre anni fa dal Maestro Giorgio Susana sul testo di Nicola Bergamo e vedrà sul palco Alessia Tavian (Bianca), Elvira Cadorin (Aicha), Michele Manfré (Tolberto), Renato Fighera (narratore). L'ensemble musicale è composto da Mattia Tonon e valentina Meneghetti ai violini, Igor Dario alla viola, Alan Dario al violoncello, Daniele Carnio al contrabbasso, Davide Da Ros al pianoforte, Roberto Tonon al flauto, Gianni Casagrande alle percussioni.
Ingresso 10 euro
In caso di maltempo il concerto viene spostato a giovedì 12 giugno.
Per info www.undicigradi.com