Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, in mattinata aveva rischiato di allagare l'abitazione del vicino di casa

RUBA UNA BICI: INSEGUITO, MALMENA IL PROPRIETARIO

Polizia interviene per fermare un marocchino 31enne in via Capodistria


TREVISO - Ha aperto tutti i rubinetti di casa, si è seduto sopra un comodino ed è rimasto li, immobile, fissando una foto che raffigurava La Mecca. L'episodio, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì alle 14 in un condominio tra via Santa Bona vecchia e via Capodistria, ha visto come protagonista un marocchino 31enne. A rendersi conto di quanto stava avvenendo all'interno dell'ppartamento dello straniero è stato un vicino di casa, la cui abitazione era stata in parte invasa dall'acqua. Sul posto sono giunti sia i vigili del fuoco che le volanti della polizia che sono entrati in casa ed hanno trovato il 31enne ancora in contemplazione del quadro. Il magrebino è stato protagonista, alcune ore dopo, di un altro episodio che ha visto nuovamente l'intervento della polizia. Il 31enne ha rubato una bicicletta, lasciata di fronte alla moschea di via Pisa: il proprietario, un macedone di 16 anni, si è messo all'inseguimento del ladro in auto, con altri amici. Quando il gruppetto è riuscito a convincere il magrebino a fermarsi , questi si è letteralmente scatenato. Nella furia ha mandato in frantumi, con un pugno, il parabrezza di un'auto, spostato cassonetti e aggredito i giovani che, vista la malparata, hanno deciso di chiamare la polizia. Gli agenti hanno rintracciato il nordafricano all'interno della sua abitazione con la mano ancora tumefatta. Lui ha cercato di giustificarsi, inutilmente, dicendo di essere stato morso da un cane rabbioso. Il 31enne, avviato al trattamento sanitario obbligatorio, è stato denunciato per rapina impropria.