Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

In un solo anno oltre 3 mila persone hanno ottenuto la cittadinanza italiana

IMMIGRAZIONE: TREVISO È MENO "STRANIERA" MA PIÙ MULTIETNICA

Presentato il rapporto sulla distribuzione degli immigrati in provincia



TREVISO
– (gp) Treviso si scopre meno straniera ma più multietnica, e soprattutto più vecchia. Almeno questa è la sintesi dei dati più significativi contenuti nell'undicesima edizione del rapporto sulla presenza e la distribuzione degli immigrati in provincia, curato dall'Anolf Treviso, dall'ufficio Migrantes, dalla Cisl Belluno Treviso, dalla Cooperativa Servire e dalla Caritas Tarvisina. Partendo dal dato oggettivo della popolazione residente nella Marca che conta 886.108 persone di cui 101.718 straniere (un'incidenza dell'11,5%), il rapporto sull'immigrazione sottolinea come il numero di residenti (così come quello di stranieri) nel 2013 sia in leggero calo rispetto al 2012 (- 0,4%). Ma lettura più approfondita di tali dati fa emergere invece una novità che non ha precedenti in provincia: nel 2013 hanno acquisito la cittadinanza italiana 3.394 persone, più del doppi del 2012. Ciò significa che il numero di stranieri a Treviso è calato proprio per questa ragione rendendo, appunto, la città meno straniera e più multietnica. L'altro fattore, che di fatto è molto preoccupante, è che il saldo demografico naturale (ovvero il rapporto tra nascite e morti) risulta sempre più negativo per la componente italiana e sempre meno positivo per quella straniera, circostanza che rischia di mettere in crisi nei prossimi anni la sostenibilità socioeconomica della provincia. Nel 2013 infatti il saldo demografico degli stranieri è positivo e pari a 1.716, quello degli italiani negativo di 1.187. Quindi in provincia sono nati in una anno soltanto 529 bambini in più delle persone che sono passate a miglior vita. Dato che conferma come la popolazione stia pian piano invecchiando sempre di più. Il rapporto sull'immigrazione a Treviso tratta inoltre la distribuzione degli stranieri nelle varie aree della provincia, sancendo che le nazionalità presenti sono al momento 144: i primi 10 paesi presenti sul territorio calano tutti a livello numerico, salvo l'Ucraina (+ 2,8%) e la Moldavia (+ 0,1%).

Nel link i commenti di Franco Marcuzzo, responsabile dell'Anolf Treviso, e di don Bruno Baratto (nella foto a destra), direttore dell'Ufficio Migrantes.