Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mareno, insulti alle istituzioni, locale "fracassone", licenza sospesa dal 13 luglio

LOCALE CHIUSO PER UN MESE: SI SFOGA SU FACEBOOK, DENUNCIATO

Ancora guai per il titolare dell'osteria Fior di via Conti Agosti


MARENO DI PIAVE - Dopo aver ricevuto la notifica che lo obbligava a tenere chiuso il suo locale per trenta giorni, ha pensato bene di sfogarsi su Facebook prendendosela con forze dell'ordine e istituzioni. Il post al veleno (poi rimosso) del 51enne titolare dell'osteria “Fior Grindhouse” di Mareno di Piave, in via Conti Agosti, non è però sfuggito alla polizia che ha denunciato l'uomo alla Procura per vilipendio alle istituzioni. La sospensione della licenza del locale era stata decisa dalla Questura dopo le numerose violazioni riscontrate per la musica tenuta ad altissimo volume anche oltre l'orario di chiusura. Sono state ben cinque le multe, tutte da 2.065 euro, con cui il titolare era stato sanzionato ma la situazione non era mai cambiata. La chiusura temporanea dell'osteria è stata fissata alla mezzanotte del 13 luglio scorso: il titolare, la sera del 12 luglio, ha pure organizzato una festa per celebrare l'evento, sforando peraltro l'orario prestabilito. Proprio per questo motivo la Procura ha disposto il sequestro dell'intero immobile e della strumentazione musicale. Da almeno due anni i residenti della zona erano in rivolta nei confronti dell'osteria: nel tempo, a carico del 51enne, erano arrivate alle forze dell'ordine numerose denunce da parte dei cittadini che vivono a pochi passi dal locale.